Giro d’Italia 2016: 99esima edizione

Quest’anno il Giro d’Italia, arrivato alla sua 99esima edizione, si svolge dal 6 al 29 maggio. Parte per la dodicesima volta dall’estero, più precisamente da Apeldoorn, in Olanda, e si conclude a Torino(l’ultima volta è stata nel 1982). Dopo tre tappe nei Paesi Bassi e un giorno di riposo si riparte da Catanzaro. Il percorso, formato da ventun tappe, ha una lunghezza totale di 3.383,0 km, con una media di 161,1 km per tappa. Due le crono individuali, una cronoscalata, quattro le tappe di alta montagna, sette di media montagna e sette per i velocisti.

Il Giro tocca il Veneto con due tappe, l’undicesima e la dodicesima. La prima, da Modena ad Asolo, è prevista per il 18 maggio e conta 227 km, mentre la seconda, prevista per il giorno dopo, va da Noale a Bibione ed è lunga 182 km.

Da Modena ad Asolo la tappa si divide in due parti: la prima è pianeggiante, di circa 200 km, la seconda invece è molto più complessa. Si percorre la pianura Padana, ma si incontrano anche rotatorie, cordoli, spartitraffico e dossi. E’ prevista la breve ma intensa salita della Forcella Mostaccin, per poi discendere fino alle colline di Monfumo e Castelcucco. Si sale poi ad Asolo con una rampa di 1 km, e si attraversano una porta medievale e un tratto in pavé. Seguono una veloce discesa su strada larga, un’ultima curva a 900 metri e infine un lungo rettilineo. L’unico arrivo ad Asolo nella storia del Giro d’Italia è stato nel 2010.

La dodicesima tappa, da Noale a Bibione, è completamente pianeggiante e si percorrono strade larghe e rettilinee. Si segue la Riviera del Brenta e si arriva nel Trevigiano attraverso strade statali. Anche in questo caso i ciclisti troveranno rotatorie, cordoli, spartitraffico e dossi, in particolar modo a Mestre, Treviso e Portogruaro. A Bibione è presente un circuito di 8 km da percorrere due volte. Seguono un circuito di 8 km con quattordici curve e lunghi tratti rettilinei su strade ampie e ben pavimentate e, infine, un rettilineo di 300 metri. Bibione è stata tappa d’arrivo per cinque volte, l’ultima nel 2000.

LE TAPPE

  • 1ª tappa, venerdì 6 maggio, Apeldoorn (Crono individuale), 9,8 km
  • 2ª tappa, sabato 7, Arnhem-Nijmegen, 190 km
  • 3ª tappa, domenica 8, Nijmegen-Arnhem, 189 km
  • Lunedì 9, riposo
  • 4ª tappa, martedì 10, Catanzaro-Praia a Mare, 191 km
  • 5ª tappa, mercoledì 11, Praia a Mare-Benevento, 233 km
  • 6ª tappa, giovedì 12, Ponte-Roccaraso (Aremogna) 165 km
  • 7ª tappa, venerdì 13, Sulmona-Foligno, 210 km
  • 8ª tappa, sabato 14, Foligno-Arezzo, 169 km
  • 9ª tappa, domenica 15, Chianti Classico (Crono individuale), 40,4 km
  • Lunedì 16, riposo 
  • 10ª tappa, martedì 17, Campi Bisenzio-Sestola, 216 km
  • 11ª tappa, mercoledì 18, Modena-Asolo, 212 km
  • 12ª tappa, giovedì 19, Noale-Bibione, 168 km
  • 13ª tappa, venerdì 20, Palmanova-Cividale del Friuli, 161 km
  • 14ª tappa, sabato 21, Alpago (Farra)-Corvara, 210 km
  • 15ª tappa, domenica 22, Castelrotto-Alpe di Siusi (Crono individuale), 10,8 km
  • Lunedì 23, riposo 
  • 16ª tappa, martedì 24, Bressanone-Andalo, 133 km
  • 17ª tappa, mercoledì 25, Molveno-Cassano d’Adda, 196 km
  • 18ª tappa, giovedì 26, Muggiò-Pinerolo, 234 km
  • 19ª tappa, venerdì 27, Pinerolo-Risoul, 161 km
  • 20ª tappa, sabato 28, Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, 134 km
  • 21ª tappa, domenica 29, Cuneo-Torino, 150 km

Scopri di più su www.giroditalia.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca nella stella per votare

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto, vota per primo questo articolo!

Hai trovato utile questo articolo?

Seguici nei social!

Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
occhi@occhi.it

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

Nessun commento

Scrivi un commento..