Gli itinerari: DA SAN MICHELE ALLA VALROVINA

In questo numero vogliamo parlarvi del percorso della Valrovina, che ha inizio dalla Chiesa di San Michele (dove comincia la salita che conduce ad Asiago). Si tratta di una tranquilla passeggiata, né troppo faticosa né troppo difficile, che può essere svolta durante tutto l’anno, ma è consigliata in particolare nei mesi autunnali e primaverili. Il percorso dura circa tre ore,è lungo pressapoco 9 km ed è parzialmente tabellato. Il dislivello è di 300 metri e si può arrivare alla quota massima di 400 metri. Si attraversano strade secondarie asfaltate, stradine forestali e gradevoli sentieri. Sono presenti inoltre due punti di appoggio, a Caluga e a Valrovina.

Dalla Chiesa di San Michele, dove è presente un comodo parcheggio, si percorre la pedonale lungo il torrente per una decina di metri, fino a raggiungere la strada che conduce verso il monte. Si sale la stradina asfaltata e si arriva così all’inizio del sentiero. Percorrendolo si raggiunge una meravigliosa cascata, che mostra il meglio di sé negli istanti di piena.

Dopo alcuni tornanti, il sentiero giunge alla fine della salita della strada Bassano-Valrovina. Si prosegue a destra e si sale la ripida ma breve rampa della strada per Privà. Dopo aver percorso tutta la stradina asfaltata si arriva nel grazioso e caratteristico borgo di Privà.

Si torna poi indietro, fino all’innesto del sentiero per l’antico Eremo di San Bovo. Si segue il sentiero per salire fino a Caluga di Valrovina, una sorta di passo tra la Valbrenta e le colline marosticane, da cui si può godere di un bellissimo panorama. Successivamente si può scendere verso la Valrovina e poi direttamente a San Michele, per il sentiero che parte dalla stradina del cimitero.

 

Fonte: www.magicoveneto.it

Articoli simili:

L'Italia da Scoprire – Indimenticabili momenti di benessere
Qualche giorno per staccare la spina dalla routine quotidiana è sempre più una prerogativa della stagione autunnale. Lasciarsi coccolare e immergersi nella bellezza della natura, il modo migliore per rigenerarsi e fare il pieno di energie. Il turismo...
L'Italia da Scoprire – Panorami d'Autunno: Il fascino del foliage
Cambiano le stagioni e cambiano i colori: la natura inizia a tingersi di tonalità calde e le foglie degli alberi danno vita allo spettacolo del foliage, trasformando i paesaggi in quadri d’autore, tra pennellate di giallo, rosso e arancio. Il Veneto ...
L'Italia da Scoprire – Un settembre da favola!
Giornate soleggiate, temperature miti, località meno affollate: settembre è uno dei periodi migliori per trascorrere qualche giornata in relax con la famiglia, alla scoperta di quelle mete che sono particolarmente indicate per i più piccoli e per chi...
In viaggio tra le stranezze e le particolarità italiane: un'accoglienza stravagante
Di posti incantevoli in Italia ce ne sono tanti: il nostro è davvero il Paese delle meraviglie! Ma se volessimo visitare qualcosa di insolito nel suo genere? Quali sono quei luoghi veramente unici che non si possono trovare da altre parti e che si di...
L'Italia da scoprire - Vacanza 2021: i trend dell’estate
L’estate è finalmente arrivata e con essa la voglia di viaggiare, di evadere dalla routine quotidiana e vivere tante nuove avventure. Mare, montagna, laghi o città d’arte: sono tante le possibilità che si prospettano davanti a noi. Ma come è cambiato...
L'Italia da scoprire - Racconti di viaggio tra le meraviglie d'Italia.
porto caleri, anello dell’acqua e strada del vino È finalmente arrivato il periodo che tutti stavamo aspettando: la bella stagione, le vacanze, le uscite alla scoperta del nostro meraviglioso territorio. Secondo le statistiche la maggior parte degl...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
[email protected]

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

No Comments

Post A Comment