benedetto papa marta4kids

Una telefonata inaspettata per Chris

E’ stato un mese impegnativo quello di settembre per Chris. I km percorsi nel mese sono circa 450 (chilometro più chilometro meno): da Taormina in Sicilia lungo tutta la Calabria fino a Tortora Marina ultimo paese calabro prima di arrivare in Basilica. E ormai i chilometri totali dal giorno della partenza sono più di 2.100, tantissimi.

Un mese duro non solo per il caldo, per i tanti chilometri ma anche per i dolori lancinanti dovuti ai calcoli. Il post su facebook dell’8 di settembre è molto chiaro, fortissimi dolori da togliere il fiato, anche un po’ di solitudine che non aiuta a superare la difficoltà ma la certezza di non essere mai abbandonato. C’è un’Italia che lo segue, ci sono tantissime persone che prendono treni e anche aerei per poterlo raggiungere e fare un po’ di strada con lui.

Quando a fine settembre lo abbiamo chiamato al telefono era in uno dei pochi momenti in cui passeggiava serenamente da solo, non è frequente e a lui piace. Sono i momenti per rimettere in ordine pensieri, per guardare anche al dopo viaggio, i progetti sono tanti. Ci ha raccontato di alcuni ragazzi di Milano e Vercelli che nel week precedente lo avevano raggiunto ed erano stati con lui.

Come emerge da blog, dai post che Cristian scrive nelle poche giornate di risposo, il suo è un viaggio che partito per raccontare  una storia e per realizzare un sogno si è trasformato sempre più in un viaggio di tanti, in un viaggio che racconta le storie di eroi grandi e piccoli.

Di ragazzi e bambini ricoverati nei reparti per la cura della fibrosi cistica degli ospedali visitati e in più delle tantissime persone che ogni giorno lo raggiungono per fare un po’ di strada assieme.

A filadelfia Chris è stato ospitato da Vicenzo calabrese di origine ma scledense di adozione che è partito dal vicentino e ha percorso i 1.100 km di distanza proprio per accoglierlo a casa sua. La storia di Vincenzo è di quelle che ti commuovono a loro volta: Vincenzo capisce il senso della donazione e delle gratuità, capisce il senso della vita e anche il senso della morte. Morte che è valore se salva vite come la sua. Sì, perché Vincenzo ha un cuore trapiantato, un cuore donato, un cuore che vuole a sua volta donare e ringraziare.

Basta aprire la pagina facebook per vedere quante siano le iniziative spontanee legate a Marta4kids, molte seguono il suo passaggio lungo lo stivale, moltissime altre lo stanno anticipando. E se è chiaro che la morte di Marta e di Leonardo difficilmente avranno un senso per Chris forse lo avranno per i malati.

Buon Viaggio Chris!

 

News del 25 settembre:

“Difficile crederlo, anche per me. Ho appena ricevuto una telefonata da Sua Santità Papa Francesco.”

 

Ho risposto un po’ con il fiatone ad un numero anonimo che di solito non considero neppure. “Ciao Chris, sono Papa Francesco, ti chiamo perché ho letto la tua lettera e ciò che fai è bellissimo. Sto pregando per te, non ti preoccupare, avanti così e forza! Io sono riuscito solo a dire: “la ringrazio Sua Santità, è per me un grande onore sentirvi al telefono ed anche io pregherò per voi. “Grazie Chris, ne ho bisogno. #marta4kids nel cuore.

 

Per donare

Intestatario: MARTA4KIDS ONLUS

iban: IT48X0200860260000104117188

Per contattare l’associazione

 

info@marta4kids.com

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca nella stella per votare

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto, vota per primo questo articolo!

Hai trovato utile questo articolo?

Seguici nei social!

Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
occhi@occhi.it

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

Nessun commento

Scrivi un commento..