La Primavera è alle porte… “costruiamo” la Maratona

Entrati nella seconda parte della preparazione “invernale”, ricco di eventi indoor e cross, è tempo di allungare l’occhio ai primi innalzamenti della temperatura, pianificando, perché no, una maratona Primaverile. Stabilito data e luogo dell’evento, è utile abbracciare il calendario e stilare una programmazione specifica partendo dalla suddivisione delle settimane e mesi di lavoro.

 

Prima di tutto… ma il mio fisico è adatto ad una 42,195??

Un po’ di autocoscienza… è bene sapere come recupera il vostro fisico dopo sollecitazioni sub-massimali! Provate allenandovi con una settimana-tipo dove in primis è importante considerare il ritmo gara sui 10mila attuali (non al top della forma) e quindi inserite seduta di fondo lento (12-13km), ripetute lunghe (6-8 x1000), fondo medio 12km, potenza aerobica e lungo da 21km.. terminata questa settimana di carico con successo (cioè senza “scoppiare”, fermarsi a metà allenamento o saltarlo.. ciò indicherebbe che non si è in grado di sopportare il carico e non si è pronti) potete ritenervi soddisfatti e pronti alla costruzione generale.

 

Costruire le Basi

Un periodo di 4-5 settimane è fondamentale per creare una base muscolare e organica solida che permetta poi di strutturare i 2-3 mesi successivi di preparazione specifica.

1Tecnica di corsa. In almeno 2 sedute settimanali è bene inserire andature tecniche che migliorino la meccanica e l’economia del gesto. Dedicate tempo alla tecnica, meglio se seguita e controllata da un professionista, vi permetterà di sollecitare la muscolatura profonda e limare il gesto per rendere i lavori dei 2-3 mesi successivi a questa prima fase preparatoria interamente centrati alla prestazione, senza difficoltà tecniche. Inoltre, 6-8 x 30’’ di allungo a fine seduta di lungo permette di sollecitare le fibre a livello fisiologico e trasformare i lavori di muscolazione.

 Muscolazione. Come per le fondamenta di una casa (anche se nel peirodo invernale è stato gia svolto gran parte del lavoro), è importante dedicare almeno 3 allenamenti a settimana al miglioramento del tono muscolare: esercizi funzionali in pista o palestra (focalizzando le sedute su esercizi isometrici e isocinetici, di rinforzo dorsale e addominale); prove di potenza aerobica media o veloce (ad esempio uscite collinari dai 5 ai 15 km); prove ripetute medie o corte in salita da 100 a 300 metri conn recupero attivo.

3 Lunghi e potenza aerobica. In questa prima fase è bene mantenersi sui 70’-90’ di lungo per permettere all’organismo di assimilare l’impegno muscolare, alternando sedute di potenza aerobica, fondo medio, di 12-20 km preferibilmente su terreno collinare per sollecitare maggiormente frequenza e ampiezza del passo.

 

Terminate queste 5 settimane di “costruzione” è possibile cominciare ad inserire nuovi mezzi di allenamento come fartlek e ripetute lunghe (ad esempio 8×1000 o 4×2000) …e poi via con i successivi 2-3mesi “speciali”.

Articoli simili:

Postura
Perché la nostra postura si modifica in modo anomalo? Esiste una postura corretta? Quali sono i fattori che influenzano il nostro assetto posturale? Perché si arriva al dolore? Cos’è la postura Per postura s’intende quell’assetto che assumia...
Un modo alternativo per essere più felice
Lo sapevi che la tua postura influisce sul tuo stato d’animo, sulla tua personalità e sulla tua capacità di essere felice?Ebbene si, è stato provato che chi mantiene una postura errata, per esempio, caratterizzata dalle spalle arrotondate in avanti, ...
Stress, Energia, Aging e Composizione Corporea
Perché è così importante allenare i propri muscoli? Perché con l’avanzare degli anni tolleriamo sempre meno i carichi di lavoro e lo stress? Perché dopo una certa età è così difficile tenere sotto controllo la propria forma fisica ed il proprio peso ...
Un'allenamento da 5 minuti
Hai mai avuto una giornata, due, tre o ogni giorno…. Dove non ti va proprio di allenarti? E chi non ce l’ha! Persino io, che sono un coach e vivo per il fitness ho giorni in cui non ne ho proprio voglia! Ok, sarò sincero, non succede spesso, ma su...
La minima dose di esercizio per mantenerti giovane, forte e in forma.
“Non perdiamo muscoli perché invecchiamo, invecchiamo perché perdiamo muscoli” Il vero segreto per conservare corpo e mente giovani e sani sta nell’evitare la perdita di muscoli e forza dovuti al passare degli anni; per esempio, è stato dimostrato...
Ti senti spossato, anergico e ipotonico?
Energia, benessere, antiaging, prestazione e modellamento sono tra i tuoi obiettivi? Per poter scegliere con una certa razionalità il proprio percorso di attività motoria, occorre aver ben chiari, oltre che i propri obiettivi, anche quelli che son...
La formula vincente per fare spazio a nutrizione e allenamento
Hai passato tutto il giorno al lavoro e arrivi a casa la sera stremata, giusto in tempo per preparare la cena con una confezione di 4 Salti In Padella, che ti sei fermata a comprare al volo mentre tornavi dal lavoro; finalmente riesci a mettere a let...
Stability Workout- Trainer Stefano Ceccon
Allenamento ginnico a casa propria In questa terza proposta di allenamento “Home Fitness”, ho pianificato una scelta di workout, che vada a stimolare gli aspetti legati alla stabilità e ad alcuni tipi di forza. Cos’è la stabilità? È la capacit...
DYNAMIC WORKOUT - Trainer Stefano Ceccon
Allenamento ginnico a casa propria In questa seconda proposta di allenamento “Home Fitness”, ho pianificato una scelta di workout, che diversamente dalla precedente, vada a stimolare di più gli aspetti cardiovascolari e respiratori piuttosto che que...
Homefitness, l’allenamento ginnico a casa propria
In questo anomalo e particolare periodo, legato alla quarantena indotta dalla diffusione del COVID-19, chi più chi meno, si trova ad affrontare un inusuale situazione di “clausura” domestica, fatta di preoccupazioni, ansia, paura, noia, staticità e s...
Condividi l'articolo:
Chiara Mocellin
go_runmc@gmail.com

Dott. Scienze Motorie, Chinesiologo, Istruttore Fidal Fitri

Nessun commento

Scrivi un commento..