Adunata nazionale Alpini 2017

Come di consueto, nella splendida cornice della 90a Adunata Nazionale degli Alpini dall’11 al 14 maggio sarà allestita nel parcheggio dell’ex Pattinodromo la “Cittadella degli Alpini”, una vetrina espositiva di tutti i mezzi ed equipaggiamenti in dotazione ai reparti alpini dell’Esercito.

Diventata ormai un luogo di incontro e punto di riferimento tra gli Alpini di “ieri” e quelli di oggi, la Cittadella costituirà una speciale attrazione per i Trevigiani e per tutti coloro che vorranno visitarla, a partire dal- le scolaresche a cui sarà dedicata un’intera giornata (giovedì 11 maggio), in cui poter osservare e toccare con mano le più moder- ne tecnologie di cui dispone l’Esercito Italiano, salire a bordo dei modernissimi blindati “Lince”e dei cingolati da neve “BV206”, vedere da vicino un elicottero della Aviazione dell’Esercito, assistere alla bonifica di un ipotetico campo minato a cura delle Unità del genio alpino, vedere da vicino i mortai in uso ai reggimento di Artiglieria da Montagna e provare l’ebbrezza di essere liberati dai Rangers del 4° Alpini paracadutisti in una simulazione di presa di ostaggi.

Tutto questo lungo un percorso tematico in cui saranno gli stessi Alpini ad illustrare le attività operative svolte in ambito internazionale e sarà anche possibile fare un tuffo nel passato grazie agli allestimenti del Museo storico degli Alpini di Trento.

Non mancherà inoltre un’intera area dedicata al tema della montagna, ambiente naturale in cui operano gli Alpini e che da sempre li caratterizza, con gli istruttori di alpinismo del Centro Addestramento Alpino che proporranno ai più giovani un muro di arrampicata, un ponte tibetano e una pista artificiale dove poter provare lo sci di fondo. Infine la parte Meteomont, fiore all’occhiello delle Truppe Alpine, con un nucleo di specialisti che illustrerà i moderni sistemi di previsione meteonivologica e di valutazione dei rischi.

A completare il tutto uno stand “Info-Team”, dove ragazzi e ragazze potranno trovare tutte le informazioni sulle possibilità offerte dall’esercito per entrare nel mondo degli Alpini.

Per l’occasione sarà, altresì, avviata una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni del Centro Italia duramente colpite dal sisma del 24 agosto e successivamente da quello del 30 ottobre scorso. L’iniziativa, promossa dal Comando Truppe Alpine in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini, è destinata alla ricostruzione di un Centro Polifunzionale in una delle località più du- ramente colpite dagli eventi calamitosi.

 

Il Villaggio dell’Adunata si articola entro le mura del centro storico di Treviso, e comprende il Villaggio dei Partner, le aree della Grande Ristorazione e l’Expo del Territorio.

è aperto al pubblico da giovedì 11 a sabato 13 maggio con orario 9.00-24.00, e domenica 14 maggio con orario 9.00-20.00. Nella centrale Piazza Duomo, i Partner dell’Adunata saranno presenti con stand e gazebo in un Villaggio a loro dedicato. Qui sarà possibile reperire tutti i prodotti a marchio ANA e quelli con il marchio ufficiale della 90a Adunata Nazionale Alpini. I padiglioni della Grande Ristorazione offrono un servizio ad Alpini, accompagnatori e cittadini durante i giorni dell’Adunata. Le principali aree dedicate alla ristorazione si trovano in Piazzale Burchiellati, Piazza Matteotti e sulle Mura di San Marco.

Veri e propri centri di aggregazione nei quali incontrarsi nel puro clima conviviale che accompagna tutta la manifestazione.

Presso le Mura di San Marco, negli spazi dell’Expo del Territorio, le aziende trevigiane – coordinate dalle Associazioni di Categoria della provincia di Treviso – espongono le eccellenze della produzione locale artigiana ed enogastronomica. Forte di una tradizione vitivinicola d’eccellenza, Treviso promuoverà la cultura del vino proprio in questo contesto, con la Cittadella del Vino.

 

La Serenissima

Palazzo dei Trecento

Piazza dei Signori

Dal 6 al 21 maggio

Nel prestigioso Palazzo dei Trecento saranno esposti documenti, oggetti, carte e rarità notevoli, concernenti la vita della Serenissima Repubblica di Venezia dal 1500 circa alla sua caduta, con una sezione dedicata ai momenti di interesse per la Marca Trevigiana. Alcune reliquie rare e preziose, riferimenti storici alla sanità e all’editoria, documentazioni di grande interesse arricchiranno l’esposizione. Una pubblicazione dedicata alla raccolta sarà presentata il 6 maggio alle 10.30.

Di qua e di là del Piave

Ca’ Robegan via Antonio Canova 38

Dal 7 al 21 maggio

Nella medievale Ca’ Robegan, saranno esposti momenti di vita del 1917 della città e dintorni (di qua del Piave…), imperniando il tutto sulla figura di Mons. Andrea Giacinto Longhin, vescovo di Treviso in quel triste periodo con documenti, fotografie, libri, lettere, diari. Proseguendo (di là del Piave…) si descriveranno le gesta di una medaglia d’oro, Alessandro Tandura, di Vittorio Veneto, primo paracadutato militare al mondo oltre le linee nemiche. Presentazione mostra e libro il 7 maggio ore 10.30 a Palazzo dei Trecento, segue inaugurazione in sede espositiva.

Dal Piave alla Moldava

Portello Sile, viale Jacopo Tasso

Inaugurazione sabato 29 aprile

Nel sito museale della Sezione ANA di Treviso, “Al Portello Sile”, un riconoscimento ai combattenti per la libertà e la rinascita italiane, preludio alla costruzione dello stato Cecoslovacco. Furono prigionieri e volontari che scrissero pagine di storia ed ebbero come riconoscimento il Cappello Alpino, pur senza le caratteristiche che distinguevano i “nostri”. Evento realizzato con il sostegno del Cedos, Centro documentazione storica presieduto da Sergio Tazzer. Presentazione a Palazzo Giacomelli il 29 aprile alle 17.30, successiva inaugurazione in sede espositiva.

Cesare Battisti, geografo in Valsugana

Palazzo Giacomelli, Piazza Giuseppe Garibaldi 13

Dal 6 al 14 maggio

L’esposizione vuole dare lustro al ricordo del grande irredentista trentino ed è curata dall’Associazione Culturale Chiarentana di Levico Terme. La mostra documentaria racconta la vita di un uomo che vedeva lontano e amava la propria terra; Battisti, nei suoi lavori di geografo, ha ricoperto sia il ruolo di autore che quello di editore di guide mirate alla ricerca di sviluppi per l’economia del territorio.

La Grande Guerra raccontata ai ragazzi

Spazio Paraggi, via Pescatori 23

Dal 6 al 15 maggio

Esposizione di illustrazioni legate a libri sulla grande Guerra: “Da Caporetto alla vittoria” (tavole di Luigi Piccatto), “La guerra di Piero (Piero Sandano), “Scrivila la guerra” (Simona Mulazzani),  Lagazuoi – guerra di mine” (Gianni Carino).

In volo sul fronte

Biblioteca sezionale Galleria Bailo 10/B

Dal 10 al 14 maggio ore 10.30, 16.00 e 18.30

Proiezione e distribuzione di un filmato registrato in volo su alcuni fra i più caratteristici punti del fronte montano pre-Caporetto e sullo sviluppo dello stesso dopo la catastrofe del 1917. I lavori per l’esecuzione delle riprese, le ricerche e la produzione, sono stati effettuati in collaborazione con MdL Lando Arbizzani.

L’Alpino in Europa

Sede ISRAA, Borgo Mazzini 48

Inaugurazione domenica 7 maggio

La mostra curata dalla redazione del giornale “L’Alpino in Europa” propone pannelli che illustrano le vicende della prima Guerra Mondiale: cause, alleanze, fasi e conseguenze. Una sezione comprende immagini dedicate alla storia degli Alpini.

La Tradotta

Sede ISRAA, Borgo Mazzini 48

Inaugurazione domenica 7 maggio

Esposizione di estratti originali e gigantografie tratti dal periodico “La Tradotta”, ideato e creato dall’alpino Ercole Smaniotto. Titolo: “Cronistoria ed esposizione di giornali di trincea della Grande Guerra”.

Le cartoline

Sede Museo etnografico provinciale

Inaugurazione sabato 8 aprile

 

Mostra su “La Grande Guerra raccontata dalle cartoline degli Alpini” con la collezione di Antonio Cittolin. Una sezione è dedicata alla propaganda bellica e a come questa abbia giocato sulle immagini dell’infanzia per ottenere consenso.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca nella stella per votare

Voto medio / 5. Conteggio voti:

Nessun voto, vota per primo questo articolo!

Hai trovato utile questo articolo?

Seguici nei social!

Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
occhi@occhi.it

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

Nessun commento

Scrivi un commento..