La valorizzazione dei prodotti di denominazione comunale come strumento fondamentale di marketing territoriale

I prodotti De.Co (Denominazioni Comunali), sono stati una grande intuizione del famoso critico enogastronomico Veronelli. L’Italia è il paese dei Comuni, dei mille e più campanili e ognuno di essi è un’occasione di cultura, turismo, enogastronomia, unicità. Ecco quindi l’idea del 2005 di evidenziare in ogni comune quei prodotti artigianali, quegli alimenti, quelle coltivazioni, quelle ricette che fondano le origini proprio nel territorio.

I prodotti a denominazione comunale sono rappresentativi di un territorio, appartengono alla sua storia, e hanno il sapore legato alla terra in cui vengono prodotti.

Le De.Co non hanno le caratteristiche richieste dalla normativa comunitaria e non possono fregiarsi di marchi di tipicità e qualità europei quali DOP, IGP, DOCG. L’idea di Veronelli e di chi per primo ha creduto nel progetto era di attribuire un riconoscimento normativo e una tutela a prodotti locali per elevarli a strumento di valorizzazione e di marketing territoriale.

Per il prodotto De.Co ciò che lo rende unico è proprio il comune di provenienza. Il suo marchio non ne dimostra una qualità maggiore ma semplicemente la provenienza. La sfida che i promotori dei prodotti De.Co vogliono lanciare è quella di far emergere questi prodotti creando le condizioni per farli commercializzare e promuovere, portando ricchezza ai comuni di origine del prodotto e alle aziende produttrici.

Il Veneto è fra le tre regioni d’Italia con maggior numero di prodotti De.Co. In moltissimi comuni sono state presentate le richieste per l’attribuzione del marchio. Sicuramente più del 99% di questi sono prodotti enogastronomici, a sottolineare ancora una volta la varietà dell’offerta italiana in generale e veneta in particolare.

Il Vicentino, con i suoi oltre 90 prodotti già riconosciuti De.Co, è tra le province a maggior concentrazione. Il merito è di tanti ristoratori che hanno creduto nel progetto creando la Magnifica Confraternita dei ristoratori De.Co, di amministratori attenti, anche se a volte da sollecitare, e di abitanti fortemente legati alle proprie tradizioni.

Fra i prodotti De.Co: l’acqua minerale di Recoaro, l’asparago di Marola, la bondola di Torrebelvicino, il broccolo fiolaro di Creazzo, piatti tipici come i bucatini alla lughese, la carne secca di Lusiana, la carota bianca di Monticello Conte Otto, la ciliegia durona di Chiampo, la cincionella co’ la rava, le composte di Montorso, i fagioli di Posina, la farina di mais di Isola Vicentina, il formaggio di Altissimo, gli gnocchi con la fioreta di Recoaro, il mais Marano e moltissimi altri.

Un patrimonio gastronomico incredibile che se bene pubblicizzato può creare indotto turistico e commerciale rafforzando ciò che già esiste.

I prodotti De.co. del Vicentino a luglio sono: le teghe spago di Dueville e il formaggio Castelgrotta di Schio

LE TEGHE SPAGO DI DUEVILLE

A Dueville li chiamano “gli spaghi di Sant’Anna”, perché attorno alla ricorrenza è il periodo clou della raccolta, e anche per dedicarli alla santa patrona del paese. Tecnicamente, è conosciuto come “fagiolo asparago” per la sua lunghezza; in dialetto sono le “tegoline-asparago” o “teghe-asparago”. C’è chi le chiama anche “teghe-chilometro”, alludendo al fatto che il baccello può arrivare sino a 80 centimetri.

Il consumo di questi fagiolini avviene per lo più allo stato fresco, lessati e ripassati in tegame con un condimento, di solito un battuto di lardo, nel quale sia stata stemperata della sarda salata.

Formaggio Castelgrotta di Schio

 

Formaggio a pasta semicotta, prodotto esclusivamente con latte vaccino, pasta morbida di colore bianco e leggermente paglierino, elastica priva di sfoglia di sapore delicato gradevole, occhiatura marcata ed irregolare, crosta sottile senza macchie e gonfiori anomali.

Un patrimonio gastronomico turistico e commerciale rafforzando ciò che già esiste

Fonti e foto: www.comunideco.it

http://www.confraternitadeco.com

http://retedecoitalia.blogspot.it

 

http://www.denominazionecomunale.it

Articoli simili:

Quando il vino è sincero
Tre cose mi sono rimaste impresse quella prima volta che ho incontrato Pietro Zanoni: la persona, il luogo, il vino. Era l’inizio del 2006, freddo becco. Tramite un amico ristoratore, il mitico Gianni del Ca’ Masieri di Trissino, avevo avuto il sugge...
Vasetti golosi ai lamponi e granola home made - @sonietta_gipsysoul
Bentornati cari amici al nostro appuntamento sano e goloso per il mese di giugno!Vi ricordate la granola dell’ultimo numero?Quella deliziosa al cocco, nocciole, pezzettoni di cioccolato e mirtilli?Bene! Se l’avete preparata, ecco qui un modo semplice...
CIAMBELLA AI FRUTTI DI BOSCO GLASSATA - @clelia bakery
Per festeggiare il ritorno di Occhi in edizione cartacea, non potevo che proporre la mia torta preferita: una Ciambella ai Frutti di Bosco, glassata al cioccolato bianco!Si tratta di un dolce scenografico, semplice e veloce da realizzare, che vi darà...
La ricetta Rainbow di Antonio Lorenzon
Il piatto Rainbow ha lasciato senza parole i giudici, lo stesso Antonio Cannavacciuolo ha detto di “avere un’esplosione di sapori in bocca”. Ora anche noi possiamo stupire la nostra famiglia con questo piatto di alta cucina. Siamo nel pieno della sta...
Granola home made al cacao e cocco - @sonietta_gipsysoul
Questa è un’idea davvero semplicissima da realizzare. Quanto ci piacciono quelle confezioni colorate di granola del supermercato? Ce ne sono di mille gusti, uno più buono dell’altro. Mi ricordano sempre quelle giganti degli scaffali americani supe...
Quando il vino è un sorriso.
Ci sono vini che fanno sorridere, vini che sorridono e vini fatti da persone sorridenti. Quando le tre cose si uniscono ne esce un vino che rimane stampato nel cuore e nella mente. Il vino di cui voglio raccontare oggi ha le bolle, è uno spumante ...
TORTA MORBIDA ALLE FRAGOLE - @clelia bakery
Una torta alle fragole, talmente morbida e profumata, da avere il potere magico di stupire per la sua bontà! È semplicissima e veloce da realizzare, e porterà un po' di dolcezza alle nostre giornate. Sono sicura ve ne innamorerete, così come è su...
Masterchef telefonico: dove eravamo rimasti?
È MICHELA la vincitrice del primo Masterchef telefonico bassanese!!! Nella precedente edizione di Occhi online del 24 aprile abbiamo raccontato della bellissima iniziativa organizzata da Marco Fioranvanzo: il primo concorso Masterchef telefonico. Pr...
Brownies insoliti di patate dolci - @sonietta_gipsysoul
Dei bocconcini strepitosi per quando si ha voglia di “quel non so che" di dolce ma senza per forza ricorrere a ciccionate alimentari.A dimostrare come la combinazione di certi ingredienti insoliti, possa dar vita a qualcosa di meravigliosamente buono...
BUNDT CAKE CON SORPRESA - @clelia bakery
Una sofficissima ciambella al cacao, con la panna al posto del burro, che nasconde una sorpresa: un ripieno di confettura alle fragole non visibile dall’esterno, creato attraverso un "carotaggio". Gli zuccherini alla fragola richiamano l'interno, che...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
occhi@occhi.it

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

Nessun commento

Scrivi un commento..