Help Naso Rosso

Quando due clown di corsia sbarcano a Capo Verde niente più è come prima. Lo sanno bene i bambini dell’isola di Maio fra le più povere dell’arcipelago capoverdiano.

A luglio Ilario Baggio, l’uomo dal pizzetto blu, e l’allora compagna ora moglie Alessandra hanno lanciato fra i loro amici “l’operacao nariz vermelho” (operazione naso rosso), l’idea era quella di organizzare una cena per raccoglie fondi e materiale da portare a Capo Verde per ristrutturare un’asilo fatiscente. Per lavorare nella massima trasparenza è stata data vita ad un’associazione onlus “Help Naso Rosso” che vuole essere il garante di tutte le operazioni organizzate.

 

Abbiamo incontrato Alessandra portavoce della nuova Onlus:

“Help Naso Rosso” è un’associazione che lavora con i bambini con le modalità dei clown di corsia.

Attraverso questa associazione diamo ancora più senso e una progettualità di più ampio respiro a tutto ciò che facciamo sia a Capo Verde sia qui nei nostri territori.

Durante la nostra permanenza a Maio io e Ilario, aiutati da donne capoverdiane e da un’amica italiana che abita nell’isola, abbiamo sventrato e ricostruito un asilo per bambini. Maio è forse l’isola più povera, non c’è nulla, con i fondi raccolti durante la cena abbiamo acquistato materiale edile in un’altra isola e pagato un muratore, un falegname e un imbianchino per ripristinare la scuola. Ora quell’asilo è diventato l’orgoglio di Maio, abbiamo fatto costruire un’altalena e una casetta di legno nel cortile, i bambini all’inizio non conoscevano quel gioco ora fanno a turno per salirci. Visto che la copertura è fatta con l’amianto e si sta inesorabilmente sgretolando, nell’impossibilità di procedere ad uno smaltimento corretto abbiamo cercato di limitare i danni controsoffittando tutti i locali.

Con altri fondi siamo riusciti a pagare la retta scolastica a 52 bambini, e con le nostre valige pienissime di vestiti abbiamo assicurato un po’ di riparo ai più piccoli.

Il 22 ottobre è una data da ricordare..

Si, è la data del nostro matrimonio e non avrei potuto sognare un matrimonio così bello. Una settimana prima io e Ilario siamo andati a Praja un’isola meglio rifornita per acquistare dolci e caramelle. Con queste abbiano creato 1.000 sacchettini da regalare a tutti i bambini dell’isola che ci conoscono perché sempre andiamo per i villaggi a giocare con loro. Alcune donne ci hanno aiutato a preparare il buffet con i loro piatti tipici. Noi volevamo che fosse la loro festa, che tutti questi bimbi e i loro genitori avessero l’occasione per ballare, cantare e mangiare insieme. I bambini sono il futuro del mondo e la loro felicità deve essere una priorità per noi adulti.

 

Quali sono ora i vostri progetti?

Un professore di Capoverde ci ha chiesto aiuto per ripristinare un’altra scuola. Pensiamo sia fondamentale rispondere alle richieste di aiuto che provengono dalle persone del posto. Chi meglio delle persone locali vede le criticità su cui intervenire?

Help Naso Rosso vuole operare anche nel Bassanese: a gennaio partirà un progetto di teatro per ragazzi disabili in collaborazione con l’istituto Palazzolo di Rosà. Io, Ilario e altri clown di corsia vogliamo dare vita a una compagnia che coinvolga questi ragazzi, non sappiamo quanto tempo sarà necessario ma sappiamo che il lavoro con loro darà molta forza e slancio per il futuro.

 

 

Help Naso Rosso è appena nata ma siamo pieni di idee e tanti amici che ci conoscono e che sanno come lavoriamo sono felici di essere al nostro fianco. Io e Ilario ci mettiamo il tempo, il cuore e la faccia ma dobbiamo ringraziare chi crede in noi e nei nostri progetti!

Articoli simili:

Una visione consapevole della calligrafia
LO SCRITTORE “RICICLATO” DI MONTEGRAPPAI più famosi produttori di penne di lusso in Italia reinventano, con materiali riciclati, uno dei loro strumenti da scrittura più rappresentativi. Montegrappa lancia Elmo Ambiente: un modello progettato negli an...
Ruth Orkin, leggenda della fotografia
18.12.2021 – 02.05.2022 GALLERIA CIVICA BASSANO DEL GRAPPALeggendaria figura di fotoreporter ma anche cineasta americana, autrice assieme al marito Morris Engel del lungometraggio indipendente “Il piccolo fuggitivo” premiato con il Leone d’Argento al...
Da Luisa al Pick Bar - Giorgio Tassotti si racconta a Claudio Strati
Attento cultore del clima artistico bassanese Giorgio Tassotti ha affrontato con caparbia volontà tante avventure lavorative nel corso della sua vita. Giornalista, socio di un negozio di complementi d’arredo e poi di un mobilificio, da oltre sessant’...
Nodi di valore
Inizia, insieme al nuovo anno, la nostra collaborazione mensile con la rivista Occhi. Quale valore può assumere questo spazio Fiber? Nell’ottica educativa che ci contraddistingue, vorremmo poter offrire spunti di riflessione in merito alle profond...
Esperienze, Competenze Progetto Animaker
Animaker è stato un percorso di formazione hands on, organizzato in collaborazione con Cre-Ta e La Cantera, nel quale sono stati trattati diversi argomenti riguardanti gli ambiti STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics).Vogliamo ri...
Editoriale gennaio 2022 - Se non ci provi ti auto escludi dalla "gara"
Gennaio è il mese dei buoni propositi, delle diete che inizieranno (un) domani, del corso di ginnastica che si inizierà a frequentare, dei “farò”, dei “sarò”...Lo ammetto mi sono divertita negli anni scorsi a scrivere su una nota del cellulare qualch...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
[email protected]

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

No Comments

Post A Comment