Sherwood Festival 2019

Sherwood Festival 2019 si svolgerà dal 7 giugno al 6 luglio a Padova, nel Park Nord dello Stadio Euganeo. Uno dei festival più longevi di tutto il paese che festeggia quest’anno la 20a edizione in questa location ma che nasce molto tempo prima, circa 25 anni fa. Uno dei festival più lunghi nel panorama italiano, ogni estate per 30 giorni, che trasforma un parcheggio in uno spazio vivo, pulsante, libero, una città dentro la città.

 

07/06 murubutu • metro quadro & flexional

08/06 dutch nazari • era serense

09/06 boogie night with the cadillac

10/06 dibattito

11/06 sotterranei: bartolini • roncea

12/06 rkomi • tony boy

13/06 diplomatico e il collettivo ninco nanco

14/06 colle der fomento • assalti frontali

15/06 holi il festival dei colori – il primo in Italia

16/06 gasp! Fumetti a Sherwood #2

17/06 dibattito

18/06 coma cose

19/06 dropkick murphys • the interrupters & the creepshow

20/06 trivel collective fest: dune rats & more

21/06 carl brave • cimini

22/06 altavoz de dia timo maas, hito & more

23/06 giornata dedicata allo sport

24/06 dibattito

25/06 lacuna coil • dawn of memories

26/06 capo plaza • orli

27/06 derozer

28/06 motta • i hate my village

29/06 ska-p • zebrahead & los fastidios

30/06 sherwood for kids giornata dedicata ai bambini

01/07 dibattito

02/07 madman • NAVT

03/07 Koffee • bomchilom & mr. robinson

04/07 sherwood goes hc 5: the secret & more

05/07 subsonica

06/07 tre allegri ragazzi morti & more

 

Uno dei festival indipendenti dove la proposta musicale e culturale è ricca ed eterogenea, dove la musica, la cultura, lo sport, la socialità, i dibattiti si mescolano e si intrecciano per costruire, insieme ai tantissimi collaboratori volontari, tante narrazioni che si intrecciano in un’unica grande storia: quella di Sherwood Festival.

L’edizione 2019 del festival prevederà grandi nomi internazionali come Ska-PDropkick MurphysThe Interrupters ma anche i nomi di punta della musica italiana come SubsonicaCarl BraveMottaTre Allegri Ragazzi MortiColle Der FomentoMurubutuRkomicoma_coseMadman e Capo Plaza tra gli altri.

Alla domanda “Cos’è lo Sherwood Festival?” non è facile rispondere, almeno quanto a quella “Ma quando è iniziato?”. Lo Sherwood innanzittutto è quello che si vede: 30 giornidecine artisti, dai grandi artisti nazionali e internazionali a tantissime band underground e emergenti, che si sono esibiti nel Main e nel Second Stage, più di 100.000 presenze annuali, un team di oltre 500 volontari, incontri, dibattiti, sport, giornate a tema. Ma anche un indotto potente, che contribuisce a creare sostegno al territorio, dai produttori locali al mondo dell’ospitalità.

Ogni giornata è stata una storia diversa, una trasformazione continua: dalla festa dedicata ai più piccoli all’evento di musica elettronica, dalla trap all’hardcore, dallo sport all’indie rock. Un parcheggio fuori dalla città che per un mese all’anno prende vita, respira, dà ossigeno, proprio come una foresta.

Sherwood Festival è anche, anzi, soprattutto, un luogo in cui le differenze non sono un ostacolo ma una ricchezza, un luogo in cui le distanze si accorciano, in cui il confronto, il dibattito fornisce strumenti per capire. Una foresta magica, dove la passione sincera, ma anche la professionalità delle persone che la costruiscono, ricalcano le dinamiche che queste portano ogni giorno nelle città in cui operano, per capire e cambiare il mondo.

Questo è quello che Sherwood Festival vuole rappresentare: l’utopia della normalità, per ritrovare una  dimensione di umanità che serve a far crescere piccole e grandi foreste, aprire spazi, prendere parola, non rinchiudersi nella paura, rivendicare e battersi per i diritti di tutti, perché la libertà non è una condizione fissa, la libertà va conquistata.

LA CAMPAGNA “SHERWOOD CHANGES FOR CLIMATE JUSTICE”

Da diversi anni Sherwood punta a essere un festival climate positive. Le contraddizioni e le difficoltà sono molte, la sfida è grande. Questa campagna rappresenta solo l’inizio di un percorso che inizia oggi e continuerà per migliorarsi nelle prossime edizioni. Durante il festival saranno adottate tutte le pratiche e le azioni possibili per dare un contributo e un segnale forte che sensibilizzi i frequentatori del festival, la cittadinanza ma non solo.

In tutto il mondo e nei nostri territori, comitati, movimenti, associazioni e singoli si stanno mobilitando contro i cambiamenti climatici e i suoi devastanti effetti in tutto il pianeta. Siamo convinti che la responsabilità di rispondere al cambiamento climatico sia collettiva e interroghi i comportamenti di ciascuno di noi. Ma siamo anche convinti che sia necessario cambiare il sistema, un cambiamento radicale del sistema produttivo che ha prodotto i cambiamenti climatici. È per questo che vogliamo fare la nostra parte.

La campagna “Sherwood Changes for Climate Justice” sarà al centro di questa edizione. Lo Sherwood Festival 2019 sarà completamente #plasticfree. La campagna prevede dei cambiamenti radicali soprattutto per quanto riguarda la differenziazione dei rifiuti che prodotti all’interno del festival. Nelle isole ecologiche saranno posizionati i bidoni per: Umido, Secco (indifferenziato), Carta, Plastica (solo i tappi delle bottigliette di acqua naturale e solo se introdotta dai frequentatori). Per migliorare la raccolta differenziata saranno attivati dei gruppi di volontari che già durante la serata manterranno pulita l’area. Saranno riconoscibili grazie a una casacca verde con il logo della campagna.

Da quest’anno allo Sherwood Festival non sarà utilizzata plastica monouso per bicchieri, posate, cannucce e per le bottigliette d’acqua, ma sarà sostituita con prodotti totalmente compostabili. Vi invitiamo a collaborare quindi attivamente alla sua riuscita seguendo una serie di Call To Action: seguire le indicazioni per lo smaltimento dei rifiuti e per la mobilità utilizzare, per quanto possibile la bicicletta, le navette che sono a disposizione gratuitamente oppure il car sharing. Sherwood Festival inoltre sarà raggiungibile anche con Busforfun per le seguenti serate: SKA-P, Dropkick Murphys, Lacuna Coil, Carl Brave, Motta e Altavoz De Dia.

Da quest’anno il fornitore di energia elettrica del festival è “ènostra”, il primo fornitore a finalità mutualistica, che distribuisce elettricità rinnovabilesostenibile ed etica ai propri soci. Tutte le lampadine utilizzate negli stand sono a basso consumo. Nel bar centrale sarà installato un pannello a energia solare che potrà servire come punto di ricarica dei telefoni o di altri apparecchi.

Inoltre, per compensare le emissioni di CO2 che anche il nostro festival produce, abbiamo deciso di aderire al progetto di riforestazione urbana Padova02 che prevede la nascita di un polmone verde di 10.000 alberi in città. Lo Sherwood Festival pianterà 100 alberi nella zona adiacente al festival, in zona Altichiero.

#siamoancoraintempo 

System Change Not Climate Change!

TICKETS

Il costo del biglietto varia a seconda dell’evento. Vi consigliamo di acquistare le prevendite direttamente sul sito dello Sherwood Festival, https://www.sherwood.it: questo permette di non avere intermediazioni ed è anche più vantaggioso dal punto di vista economico.

In alternativa le prevendite sono attive anche nei seguenti circuiti: Ticketone, Ticketmaster e Mailticket.

INFORMAZIONI AL PUBBLICO

www.sherwoodfestival.it

www.facebook.com/festival.sherwood

www.instagram.com/sherwood_festival

Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
occhi@occhi.it

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

Nessun commento

Scrivi un commento..