scatta con gio tarantini

Cielo Stellato

Chi da piccolo non è rimasto con il naso all’insù a guardare le stelle, almeno una volta???

Ancora più bello è fotografare il cielo stellato, così ecco qualche consiglio se volete provarci.Attrezzatura necessaria:

• un buon cavalletto, in quanto avrete bisogno di utilizzare un tempo di scatto piuttosto lungo 

• obiettivo grandangolare (per avere una panoramica del cielo) e  luminoso, meglio se almeno un f2.8 

• telecomando o cavo di scatto, che permettono di non toccare la fotocamera e quindi evitare vibrazioni e micromosso 

Settaggio della fotocamera:

• prima di tutto dobbiamo disattivare lo stabilizzatore, se il vostro obiettivo ne è dotato, in quanto su cavalletto non serve, anzi, rischierebbe di fare l’effetto contrario.

• disattivare la messa a fuoco automatica e spostare la ghiera del fuoco su “infinito”

• Iso: per avere una foto di qualità, senza rumore, si dovrebbe cercare di tenere gli Iso bassi, ma per esperienza io comincio con Iso 400 facendo una prova e arrivando fino a Iso 1600, cercando di non andare oltre, se possibile

• tempo di scatto: utilizzo la regola del 600 (alcuni preferiscono 500 per sicurezza) che  non fa altro che indicarci il tempo di scatto da utilizzare per ottenere le stelle puntiformi prima che il loro movimento sia percettibile nella nostra foto. La formula è molto semplice, infatti basta dividere il numero 600 per la lunghezza focale dell’obiettivo che stiamo utilizzando, per esempio utilizzando un obiettivo da 14 mm dividiamo 600/14 = 42” di esposizione utile per avere le stelle ben definite e non mosse dal moto celeste.

ATTENZIONE: il valore ottenuto è valido nel caso in cui utilizziamo reflex con sensore full frame. Se utilizzate una reflex con sensore APS-C si deve dividere ulteriormente il valore ottenuto per il fattore di crop (1.6 per Canon e 1.5 per Nikon). Utilizzando sempre una focale di 14 mm su un APS-C Canon il tempo di scatto massimo dovrà essere: 600/14 = 42/1.6 = 26”

Ecco qui, è tutto…è ora di sperimentare!!!

Cercate dei luoghi lontani dai centri cittadini, in modo da evitare l’inquinamento luminoso!

Aspetto vostri commenti e foto!!!

 

Rubrica a cura di Giò Tarantini

Tel. 0424 1752079 – info@giotarantini.com

Articoli simili:

Scatta con Giò - Effetto neve
Questo mese vi presento un piccolo trucco per delle foto di studio, per simulare “l’inverno”, senza la scocciatura di andare al freddo in esterna. Per questo set ho utilizzato 4 luci, due per illuminare lo sfondo, uno dietro il modello a dx (lat...
Scatta con Giò - ottobre 2020
Ecco a voi un piccolo tutorial su come realizzare questo tipo di foto con pochissima attrezzatura. In queste foto di ritratto “beauty“, Giulia Xie è stata truccata dalla bravissima Andrea Natalia Bucur per un mio progetto personale con le gelatine...
Scatta con Giò - settembre 2020
Ecco a voi un piccolo tutorial su come realizzare questo tipo di foto con pochissima attrezzatura. REALIZZAZIONE: Preparate il set usando come sfondo i due fogli A4, fermateli su un pezzo di cartone con delle mollette. La base del bicchiere può ess...
Blur project
Questo mese vi presento un set piuttosto semplice ma veramente creativo, che ho utilizzato per il mio progetto “BLUR”.MATERIALE:• Un flash con controllo remoto• Telo bianco• Cavalletto per la macchina fotografica.Cominciamo a preparare il set, per pr...
BACKSTAGE • Copertine luglio 2020 con Georgette Polizzi
Occhi di luglio 2020 torna a parlare di Gorgette Polizzi, la famosa influencer e stilista vicentina già copertina di Occhi di Novembre 2017. Fotografia a cura Giò Tarantini e MakeUp di Ilaria Baggio.
Tutorial Raggi di luce
Questo mese giochiamo con i raggi di luce. Un tutorial per degli scatti veramente d’effetto, molto semplice da realizzare con pochissimo materiale MATERIALE: • Un flash con controllo remoto • Cartoncino nero • Una bomboletta di nebbia spr...
Condividi l'articolo:
Giò Tarantini
info@giotarantini.com

Nato nel 1970 a Brindisi, ha vissuto a Lecce e poi in Grecia, e da ventiquattro anni vive a Bassano del Grappa. Da sempre anima in viaggio, attraversa i paesi europei ed asiatici con una curiosità instancabile. Giò mette tutto se stesso alla ricerca dell’immagine naturale e suggestiva, di una composizione mai banale, di tagli distintivi e di forte impatto.

Nessun commento

Scrivi un commento..