Quando leggere… ti mette le ali! – dicembre 2020

logo palazzo roberti

Recensioni a cura di Eleonora Lago

Libreria Palazzo Roberti – Bassano del Grappa

“Leggere ci dà un posto dove andare
quando dobbiamo restare dove siamo”.

(Mason Cooley)

Questo mese è il turno degli spunti di Eleonora Lago, che si presenta così:

Buongiorno, ci siamo già incontrati? Forse sì! È sempre una gioia per me vedere i vostri visi meravigliarsi quando entrate in libreria e posso solo ricambiare con un ampio sorriso, spesso il primo di molti che incontrerete passando di qui. Postazione privilegiata la mia: potervi incontrare tutti e iniziare a conoscervi dal libro che avete scelto. Vi immagino spesso quando uscite dal portone con il vostro fagotto: chi con grandi pacchi, alcuni con piccole buste e altri, devo ammetterlo i miei preferiti, che se ne vanno con il libro in mano… la copertina stretta sotto il gomito in un gesto che ha tutta l’aria di essere una meravigliosa abitudine. Di me dovete sapere due cose: amo vivere all’aperto tra i sentieri d’alta quota e non ho mai letto due volte lo stesso libro, soprattutto se mi è piaciuto davvero!

IL TEMPO E L’ACQUA

Autore: Andri Snær Magnason

Editore: Iperborea

Argomento: Romanzi da non perdere

Prezzo: 19,50

Parole come “cambiamento climatico”, “riscaldamento globale” o “scioglimento dei ghiacciai” producono all’udito di chi le ascolta un ronzio vuoto, sono state usate così tante volte che hanno perso tutto il loro significato e di loro non resta che un guscio vuoto. È per questo motivo che “Il tempo e l’acqua” di Magnason parla di Auhumla, la mucca universale; di zio John che a dieci anni ha deciso di salvare i coccodrilli, di nonno Arni che durante la luna di miele ha scattato più foto al ghiacciaio che alla nonna, del Tibet e del Dalai-Lama, di scienza e di linguaggio. Una voce che non fa sconti, a tratti piena di rabbia, ma che sviscera ogni lato della questione per non lasciarci all’ultima pagina con la convinzione di aver già fatto tutto il possibile.

L’Okjökull, un ghiacciaio che da tempi immemorabili si ergeva su quasi venti chilometri quadrati di suolo islandese, oggi è una misera striscia di ghiaccio inerte, e nei prossimi duecento anni potrebbero essere dichiarati morti anche tutti gli altri ghiacciai dell’isola. Ma prima di allora, sulla terra intera, i nostri figli e nipoti vivranno già in un ambiente molto diverso da quello di innumerevoli generazioni del passato: l’aumento delle temperature e del livello dei mari e lo stravolgimento chimico delle loro acque provocati dalle attività umane avranno distrutto ecosistemi millenari, potenziato uragani e inondazioni, eroso terre abitabili e coltivabili e costretto a migrazioni di massa le specie viventi, compresa la nostra. E allora perché restiamo immobili, o quasi? Forse perché quei cento o duecento anni non li sentiamo così vicini, e perché gli appelli allarmati degli scienziati sul «riscaldamento globale» o sulla «acidificazione degli oceani» non riescono a toccarci cognitivamente ed emotivamente: resteranno rumore bianco finché il passato collettivo, i miti, la fantasia non consegneranno loro un’anima, consentendoci di interiorizzarne un’immagine e un significato. È questo il compito che si è dato Andri Snær Magnason, un narratore che alla scienza e all’attivismo ambientale ha dedicato la vita. Intrecciando storie di famiglia, conversazioni future tra figlie e pronipoti, interviste al Dalai-Lama, incursioni nella poesia scaldica e in quella romantica, scoperte di nessi inaspettati, come quello tra Auhumla e Kamadhenu, mucche ancestrali di mitologie tra loro lontane, “Il tempo e l’acqua” «racconta» i dati scientifici, li immerge nel patrimonio culturale comune per investirli di senso, e aiutarci a fare un piccolo passo più in là.

I PESCI NON ESISTONO

Autore: Lulu Miller

Editore: add Editore

Argomento: Lettori curiosi

Prezzo: 16,00

Cosa succede quando i nostri modelli si sgretolano davanti ai nostri occhi? Lulu Miller ci racconta la vita di David Starr Jordan, tassonomista e primo rettore della Stanford, uomo visto come modello di coraggio e dedizione. Ma l’altro lato della medaglia esiste, ed è agghiacciante. Una storia dalla quale uscirete con qualche certezza in meno e un nuovo modo di leggere il mondo, un racconto che rovescerà con gentilezza le categorie con le quali siamo abituati a classificare la realtà, portandovi a scoprire che i pesci non esistono.

«Che senso ha la vita?» chiede una bambina di sette anni al padre scienziato. «Nessuno» risponde lui, poco incline al dialogo. Quel «nessuno» ha lasciato molte tracce in Lulu Miller (ideatrice e conduttrice di «Invisibilia», uno dei podcast di divulgazione scientifica più amati dagli americani) e per anni quella frase le ha complicato la vita tanto che, per trovare una risposta diversa, ha cercato aiuto nei libri. Ed è allora che si è imbattuta in un gigante della scienza: Starr Jordan (1851-1931), americano, uno dei più importanti tassonomisti del mondo, che ha scoperto, catalogato e collocato nel grande albero della vita migliaia di pesci. Neppure quando nel 1906 un terremoto ha spazzato via la sua intera collezione di esemplari sotto vetro, Starr Jordan si è perso d’animo e ha smesso di lavorare al suo obiettivo di dare ordine al mondo dei pesci. Ma non sempre le cose sono come appaiono e, poco alla volta, la figura del gigante della scienza si sgretola davanti agli occhi attoniti dell’autrice: desiderosa di conoscere tutto di quell’uomo, dalle sue ricerche spuntano scandali, un omicidio di cui il grand’uomo potrebbe essersi macchiato ma, soprattutto, il coinvolgimento di Starr Jordan nella creazione della teoria eugenetica che negli Stati Uniti ha portato alla prigione e alla sterilizzazione forzata di migliaia di individui ritenuti “inadatti” alla vita.

Articoli simili:

Quando leggere... ti mette le ali! - maggio 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Quando leggere... ti mette le ali! - aprile 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Paolina – Storia di un capolavoro
Prende il via la mostra Paolina. Storia di un capolavoro, al Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno dal 19 marzo al 30 maggio 2021. Questa iniziativa inaugura le celebrazioni propedeutiche agli anniversari canoviani del 2022, anno in cui infatt...
Asparago Bianco di Bassano – La delizia sulle nostre tavole
Aprile, per i bassanesi e i cittadini del circondario, vuol dire Asparago Bianco DOP (la stagione per la precisione inizia sempre il 19 marzo festa di San Giuseppe e termina il 13 giugno con Sant’Antonio).Il sole comincia a scaldare le giornate rese ...
Quando leggere... ti mette le ali! - marzo 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Quando leggere... ti mette le ali! - gennaio 2020
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Condividi l'articolo:
Libreria Palazzo Roberti
[email protected]

La Libreria Palazzo Roberti rappresenta il punto di riferimento per tutti i lettori del bassanese. Aperta nel 1998, la sede è in un palazzo nobiliare del XVIII secolo, di proprietà della famiglia Manfrotto che tuttora gestisce la libreria al suo interno. Palazzo Roberti è un esempio pressoché unico nel panorama Italiano di grande libreria indipendente.

No Comments

Post A Comment