Cos’è il Green Marketing

La salute del nostro pianeta sta diventando un argomento quotidiano. Grazie ad anni di lotte, politiche di sensibilizzazione e all’attuazione di nuovi sistemi sostenibili, le persone sono sempre più consapevoli e tendono a scegliere prodotti o marchi che comunicano attenzione verso l’ambiente. Questo tipo di processi vengono definiti Green Marketing. Aziende e brand famosi lo stanno utilizzando non solo per avere un minore impatto sull’ambiente, ma anche per posizionarsi in modo unico nel mercato.


Perché passare al Green Marketing?

L’ultimo “Business and Finance Outlook” pubblicato dall’OCSE è dedicato alla finanza “Sostenibile e Resiliente“, sostiene che alla fine del 2019 gli asset sostenibili detenuti nei primi cinque mercati mondiali hanno superato quota 30mila miliardi di dollari.

I consumatori sono molto più propensi ad acquistare prodotti sostenibili. Nello stesso report si sostiene che il 73% la Z Generation è disposto a pagare un extra per le offerte green.

Oggi sappiamo che il 37% del Recovery Fund in Italia sarà destinato alle politiche verdi, con numeri da 74,3 miliardi di euro per la “rivoluzione verde e transazione ecologica”, e di 27,7 miliardi la “mobilità sostenibile”. Un’opportunità enorme per le aziende che ne beneficeranno.


Quali strategie devo adottare per il Green Marketing?


1. Progetta i prodotti in maniera sostenibile

Questa è la prima strategia da applicare e forse la più importante per rendere l’azienda realmente green. Non basta il packaging in carta ecologica: l’intero prodotto va progettato per la sostenibilità. I materiali da dove provengono? La produzione nella filiera è sostenibile? Come vengono trattati i lavoratori coinvolti? Quanti rifiuti vengono generati? Che fine farà il prodotto quando giungerà al termine del suo ciclo di vita?
Ma la cosa migliore è quello di affiancarsi ad una azienda specializzata nella sostenibilità e nella resilienza, come Sisifo, che ne ha fatto il suo business. (www.sisifo.eu)


2. Crea coerenza dei valori di sostenibilità

Se fai il furbetto i consumatori se ne accorgono subito. Ti fideresti mai di un’azienda che dichiara di essere sostenibile quando gran parte della sua produzione è complice della deforestazione o dell’inquinamento del mare?
Non basta dichiarare di essere un’azienda consapevole perché possiede dei pannelli fotovoltaici sul tetto quando il resto della sua attività ha un impatto negativo per l’ambiente.


3. Fornisci prove del tuo impegno

Se sei veramente sostenibile non dovresti avere problemi a esporre le prove del tuo impegno verso il pianeta. Mostra al tuo pubblico i tuoi risultati e dai l’esempio agli altri. Maggiore è l’impegno verso la sostenibilità, maggiore è l’opportunità di ottenere visibilità per i tuoi prodotti.
Esistono delle organizzazioni che possono contribuire a dare credibilità alla tua azienda grazie a delle certificazioni riconosciute in tutto il mondo, come per esempio B Corporation, Rainforest Alliance, FSC e Fairtrade.


Il Green Marketing perciò deve essere una scelta consapevole e autentica. Migliora con coerenza il tuo impegno verso la sostenibilità e scopri come posizionarti in modo unico nel mercato.

Condividi l'articolo:
Enrico Bizzotto
[email protected]

Factotum del Web: Nato con la tastiera in mano e nerd inside, Enrico è una figura riflessiva e intraprendente. Factotum del web, è un talento ibrido con competenze da web developer e animo da marketer, dategli una sfida da risolvere e lo farete felice. Ma il suo vero obiettivo rimane quello di incontrare Chewbacca e sfrecciare con il Millennium Falcon verso nuove ed entusiasmanti avventure.

No Comments

Post A Comment