Medita 42 – Meditare per essere

È notte, sono esattamente le 21.52 dell’8 gennaio e, da qualche ora, ha avuto inizio a: “La Casa del Tempo” di Bassano del Grappa, un evento particolare, unico nel suo genere… forse unico al Mondo. Sto scrivendo questo articolo proprio dal luogo in cui, un piccolo gruppo di insegnanti di pratiche di consapevolezza, sta inviando un messaggio di serenità a chiunque voglia ascoltare.

Un messaggio di pace, di armonia, di silenzio e ascolto a cui abbiamo dato il nome di Medita 42 perché, così come i quarantadue chilometri della maratona olimpionica, anche questa si svolge in quarantadue ore. Ognuno di noi, in questo evento, dona il suo silenzio e il suo proposito a tutti gli esseri viventi in questo pianeta affinché siano affrancati dalla sofferenza e dalla paura che, purtroppo, imperversano in questo momento complesso della nostra storia contemporanea.

Un messaggio d’amore attraverso il quale dare vita a un varco di speranza, utilizzando un potente strumento: la Meditazione. Di certo, in questo lungo periodo di difficoltà, ognuno di noi ha avuto modo di esperire il sorgere di molteplici situazioni emotive: incontrollabili, pesanti e nocive che hanno avvelenato le nostre vite e le nostre relazioni.

La meditazione è in grado, ce lo raccontano i maestri da millenni, di ripulire, mondare e rendere più sane le nostre esistenze semplicemente elevando le energie a un piano più luminoso, più integro o, se volete, meno frammentato.

Questo messaggio è stato accolto da una vera moltitudine di persone che, seppur in modo virtuale, stanno condividendo con noi il loro tempo, tutti accomunati dal solo intento di risollevare dalla sofferenza chiunque, qualsiasi sia il credo, il colore della pelle, il sesso o la condizione sociale.

Chiunque in questo momento soffra: uomo, animale, pianta o pietra che sia… che la sua sofferenza possa cessare e che per lui possano tornare pace e serenità.

Ben oltre le cinquecento persone, un numero che ci ha realmente stupito, si sono raccolte attorno a noi per darci man forte, per mettere il loro tempo e il loro proposito di gentilezza amorevole al servizio di questo momento di condivisione. Ogni nostro pensiero genera una condizione benefica o malefica, dipende solo da noi e dalla capacità che abbiamo di mettere in moto energie positive e generare attorno a noi situazioni di pace e serenità, di benessere e felicità.

Questi stati d’animo sono in grado di allentare la morsa della paura, dell’ansia, dell’angoscia e non sono fantasie. Ci raccontano questi effetti millenni di insegnamenti spirituali e, per chi si sente più affine a una mentalità scientifica, anche la scienza moderna lo dice da decenni.

Gli studi sulla Meditazione Trascendentale e sulla Mindfulness ci aiutano a capire che ciò che mettiamo in moto col cuore si trasforma in beneficio per noi, ma soprattutto per gli altri. Gli scienziati lo chiamano “Effetto Maharishi” e per i più tecnici: “Coerenza di campo”.

Ho deciso di scrivere in presa diretta questo articolo perché ho il privilegio di vivere un momento importante, una situazione che mi dà speranza perché, nonostante la tempesta che si è abbattuta sia veramente implacabile, mi sono accorto che esistono tante, tantissime persone che sono ancora in grado di stringersi per mano una con l’altra così da saldare un’unione dove nessuno, nemmeno i più deboli vanno lasciati indietro.

Grazie a tutti voi che in questo momento state meditando con noi e:

POSSANO TUTTI GLI ESSERI VIVERE IN PACE, IN SALUTE E LIBERI DA OGNI SOFFERENZA

Vorresti leggere altri articoli su questo argomento, oppure sei interessato a capire meglio chi sono e di cosa mi occupo?

Articoli simili:

Meditare è un atto rivoluzionario - Meditare per essere
Troppo spesso, e a torto, si pensa alla meditazione come una pratica debole dove chi medita è paragonato a una persona remissiva, docile, priva di forza e per questo si chiude in sé quasi a scappare dal mondo.Nulla di tutto questo… anzi!In questo mio...
Meditare: dove e quando - Meditare per essere
Spesso il dialogo con i miei allievi, ma anche con altri formatori, cade sull’argomento: quando meditare e dove meditare. Quindi capire qual è il momento e il luogo ideale a cui dedicare la propria pratica di meditazione è piuttosto importante, non s...
La pazienza e altre qualità- Meditare per essere
Non trascorre giorno ormai senza che ci giunga all’orecchio una notizia che genera in noi difficoltà, tensione, ansia. Il mondo dei media sommato a quello dei social sembrano a volte stritolarci in una morsa letale da cui pare quasi impossibile riaff...
Tecnologia e Meditazione - Meditare per essere
Questa rubrica compie due anni, e ciò vi assicuro ha per me dell’incredibile.Vi scrivo da questa rivista da due anni ma, a dire il vero, mi pare di aver appena iniziato e sento sempre la stessa emozione per il privilegio di poter comunicare con tante...
La Paura… - Meditare per essere
È il tempo della Paura, inutile nasconderlo, inutile mascherarlo. Come più volte affermò l’immenso Emanuele Severino, una delle più brillanti menti del secolo scorso, le parole custodiscono una saggezza nascosta che nasce ancor prima del loro sign...
Radicamento - Meditare per essere
Lo scorso numero di Occhi ha visto alcuni lettori scrivermi per l’articolo “Mente e Cuore…”, più che un articolo sulla meditazione è sembrato un’analisi della società moderna, un punto di vista su come sia la realtà in cui viviamo.Lo voleva essere, c...
Condividi l'articolo:
Demetrio Battaglia
[email protected]

Demetrio Battaglia. Ricercatore, scrittore e informatico. Vorresti leggere altri articoli su questo argomento, oppure sei interessato a capire meglio chi sono e di cosa mi occupo? Visita il mio sito.

No Comments

Post A Comment