Quando leggere… ti mette le ali! – gennaio 2020

logo palazzo roberti

Recensioni a cura di Ilaria Loro

Libreria Palazzo Roberti – Bassano del Grappa

“Leggere ci dà un posto dove andare
quando dobbiamo restare dove siamo”.

(Mason Cooley)

Questo mese è il turno degli spunti di Ilaria Loro, che si presenta così:

Benvenuti a bordo! Perché sì, quello che farete entrando il libreria sarà un vero viaggio, con la fantasia e il cuore. E io, quasi nascosta dietro al bancone della cartoleria, ho il compito di fornirvi penne, matite, evidenziatori e pastelli per il vostro diario di bordo!

Il mio nome è Ilaria e sarà un piacere (e un onore) guidarvi nella scelta del regalo giusto, supportarvi nella rocambolesca e preziosa “prima spesa di scuola”, consigliarvi e lasciarmi consigliare dai piccoli e grandi artisti che saliranno su questa storica nave.

Dite che si nota che il mio genere preferito è il fantasy? Forse sì, ma spesso mi troverete circondata dai libri di arte, con le mani sporche di grafite mentre scarabocchio quello che mi passa per la testa.

ABBANDONARE UN GATTO

Autore: Murakami Haruki

Editore: Einaudi

Argomento: Lettori curiosi

Prezzo: 15,00

Questo libro ha un enorme difetto: finisce troppo in fretta. Murakami ci accompagna in un breve viaggio che parte dal ricordo di lui e suo padre che abbandonano un gatto sulla spiaggia, e che si sviluppa in una raccolta di memorie a tratti sbiadite della vita del padre. Vicende particolari e personali, una spruzzata di rimorso e qualche gatto qua e là fanno di questo libro uno dei miei preferiti dell’anno. Da appassionata di disegno, vorrei fare un plauso alle meravigliose illustrazioni di Emiliano Ponzi che ne arricchiscono le pagine.

Nei suoi romanzi e racconti Murakami ha creato un’infinità di mondi, e ne ha svelato ogni segreto ai lettori. Ma c’è una dimensione in cui la sua penna non si è quasi mai avventurata: la sua vita. Con Abbandonare un gatto, Murakami scrive per la prima volta della sua famiglia, e in particolare di suo padre. Ne nasce un ritratto toccante, il racconto sincero del «figlio qualunque di un uomo qualunque». E forse proprio per questo speciale. A tradurre in immagini questo delicato racconto autobiografico, le invenzioni di uno dei piú importanti illustratori contemporanei, Emiliano Ponzi, che con i suoi colori aggiunge poesia alla poesia in un’edizione unica al mondo. Il primo memoir del grande autore giapponese: un racconto inedito per un Murakami inedito.

Murakami Haruki è nato a Kyoto nel 1949 ed è cresciuto a Kobe. È autore di molti romanzi, racconti e saggi e ha tradotto in giapponese autori americani come Fitzgerald, Carver, Capote, Salinger. Con La fine del mondo e il paese delle meraviglie Murakami ha vinto in Giappone il Premio Tanizaki. Einaudi ha pubblicato Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Underground, Tutti i figli di Dio danzano, Norwegian Wood (Tokyo Blues), L’uccello che girava le Viti del Mondo, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Kafka sulla spiaggia, After Dark, L’elefante scomparso e altri racconti, L’arte di correre, Nel segno della pecora, I salici ciechi e la donna addormentata, 1Q84, A sud del confine, a ovest del sole, Ritratti in jazz (con le illustrazioni di Wada Makoto), L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, Sonno, Uomini senza donne, La strana biblioteca (con le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti), Vento & Flipper, Gli assalti alle panetterie (illustrato da Igort), Il mestiere dello scrittore, Ranocchio salva Tokyo (con le illustrazioni di Lorenzo Ceccotti), L’assassinio del Commendatore. Libro primo e L’assassino del commendatore. Libro secondo. Einaudi ha anche pubblicato in uniform edition nei Super ET, con le copertine di Noma Bar: L’arte di correre, L’elefante scomparso, L’uccello che girava le Viti del Mondo, Norwegian Wood, Dance Dance Dance, La ragazza dello Sputnik, Nel segno della pecora, Kafka sulla spiaggia, I salici ciechi e la donna addormentata, La fine del mondo e il paese delle meraviglie, Tutti i figli di Dio danzano, After Dark, Underground, A sud del confine, a ovest del sole, Uomini senza donne, L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, Vento & Flipper, Il mestiere dello scrittore e, con Ozawa Seiji, Assolutamente musica.

LA GUERRA DEI PAPAVERI

Autore: R.F. Kuang

Editore: Mondadori

Argomento: Fantasy

Prezzo: 22,00

Affascinante, elettrizzante, ansiogeno, a tratti difficile; ci sono molti aggettivi che potrei utilizzare per descrivere questo libro, ma non so se riuscirei davvero a esprimere quanto mi sia piaciuto. Pagina dopo pagina, la scrittura di Rebecca F. Kuang è stata capace di coinvolgermi completamente: la fatica degli studi all’Accademia l’ho percepita, il dolore delle lotte l’ho provato, gli orrori della guerra li ho sofferti. Ciò che più ho amato di questo libro è la protagonista; Rin ci mostra tante sfaccettature della forza e, con lei, impariamo a essere determinati, a non arrenderci di fronte a nulla, ad affrontare ciò che non conosciamo.

Rin ha passato a pieni voti il keju, il difficile esame con cui in tutto l’Impero vengono selezionati i giovani più talentuosi che andranno a studiare all’Accademia. Ed è stata una sorpresa per tutti: per i censori, increduli che un’orfana di guerra della provincia di Ji potesse superarlo senza imbrogliare; per i genitori affidatari di Rin, che pensavano di poterla finalmente dare in sposa e finanziare così la loro impresa criminale; e per la stessa Rin, finalmente libera da una vita di schiavitù e disperazione. Il fatto che sia entrata alla Sinegard – la scuola militare più esclusiva del Nikan – è stato ancora più sorprendente. Ma le sorprese non sono sempre buone. Perché essere una contadina del Sud dalla pelle scura non è una cosa facile alla Sinegard. Presa subito di mira dai compagni, tutti provenienti dalle famiglie più in vista del Paese, Rin scopre di avere un dono letale: l’antica e semileggendaria arte sciamanica. Man mano che indaga le proprie facoltà, grazie a un insegnante apparentemente folle e all’uso dei papaveri da oppio, Rin si rende conto che le divinità credute defunte da tempo sono invece più vive che mai, e che imparare a dominare il suo potere può significare molto più che non sopravvivere a scuola: è forse l’unico modo per salvare la sua gente, minacciata dalla Federazione di Mugen, che la sta spingendo verso il baratro di una Terza guerra dei papaveri. Il prezzo da pagare, però, potrebbe essere davvero troppo alto.

Articoli simili:

Quando leggere... ti mette le ali! - maggio 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Quando leggere... ti mette le ali! - aprile 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Paolina – Storia di un capolavoro
Prende il via la mostra Paolina. Storia di un capolavoro, al Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno dal 19 marzo al 30 maggio 2021. Questa iniziativa inaugura le celebrazioni propedeutiche agli anniversari canoviani del 2022, anno in cui infatt...
Asparago Bianco di Bassano – La delizia sulle nostre tavole
Aprile, per i bassanesi e i cittadini del circondario, vuol dire Asparago Bianco DOP (la stagione per la precisione inizia sempre il 19 marzo festa di San Giuseppe e termina il 13 giugno con Sant’Antonio).Il sole comincia a scaldare le giornate rese ...
Quando leggere... ti mette le ali! - marzo 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Quando leggere... ti mette le ali! - dicembre 2020
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Condividi l'articolo:
Libreria Palazzo Roberti
[email protected]

La Libreria Palazzo Roberti rappresenta il punto di riferimento per tutti i lettori del bassanese. Aperta nel 1998, la sede è in un palazzo nobiliare del XVIII secolo, di proprietà della famiglia Manfrotto che tuttora gestisce la libreria al suo interno. Palazzo Roberti è un esempio pressoché unico nel panorama Italiano di grande libreria indipendente.

No Comments

Post A Comment