Web reputation: Cos’è, come verificarla, come tutelarla

Con l’espressione Web Reputation si allude a ciò che risulta in internet sul conto di una persona, di un servizio o di un prodotto. Verificarla è molto semplice: è sufficiente cercare in Google e nei principali motori di ricerca (es: Bing, Yahoo, DuckDuckGo) il nome della persona, del servizio o del prodotto in questione e controllare cosa emerga. I primi risultati di Google, Google Immagini e YouTube sono senz’altro i più rilevanti – e per questo da tenere d’occhio – in quanto sono i canali di ricerca ampiamente più utilizzati dall’utente medio europeo.

Come possiamo tutelare la nostra Web Reputation? I passi per farlo sono essenzialmente cinque:

1. Crea tu stesso, per primo, la tua immagine nel web: se lasciamo che di noi (o di un nostro prodotto o servizio) parlino per primi gli altri, allora non avremo alcuna possibilità di controllo preventivo e potremo solo sperare che gli altri ne parlino bene. Se, invece, siamo noi a caricare per primi i contenuti che riteniamo preferibili e a presentare l’immagine che desideriamo, la nostra possibilità di controllo sarà massima.

2. Cura costantemente la tua immagine: considerato che internet è un contenitore che muta continuamente, occorrerà, periodicamente, aggiungere altri contenuti che confermino nel tempo l’immagine che abbiamo costruito inizialmente ed evitino che altri contenuti più recenti, caricati da altri, risultino più interessanti dei nostri e li scalzino dai primi posti nei motori di ricerca.

3. Comportati bene pubblicamente: a volte, purtroppo, un solo articolo di stampa che documenti un nostro errore in un contesto pubblico è sufficiente a screditare quell’immagine che con tanta fatica ci eravamo costruiti; non dobbiamo, quindi, sottovalutare l’impatto in Rete delle nostre azioni nel mondo reale.

4. Controlla periodicamente la tua Web Reputation, cercandoti in internet o attivando degli alert (es: Google Alert) che ti segnalino se il tuo nome è stato utilizzato da qualche parte in internet.

5. Impara a gestire i commenti degli utenti, perché possono determinare una conferma o una smentita dell’immagine che proponi. Tendenzialmente, inoltre, sono considerati più affidabili dell’immagine proposta dal diretto interessato (che, ovviamente, difficilmente parlerà male di sé). L’ideale è:

a) avvalorare i commenti positivi con messaggi o “like” di ringraziamento;

b) rispondere ai commenti negativi con cortesia e pazienza, dando peraltro prova di sapere che dietro a quel commento possa nascondersi semplicemente un fake con intento denigratorio che, in quanto tale, non desta la vostra preoccupazione;

c) rispetto a commenti palesemente diffamatori è preferibile non rispondere né segnalarli a terzi (per evitare visualizzazioni); tali commenti vanno tempestivamente documentati e denunciati alle Autorità competenti. Solo dopo una valida acquisizione dei dati sarà consigliabile contattare i gestori dei siti in cui si trovano i commenti per chiederne la rimozione.

Il mio consiglio? La Web Reputation è come una piantina delicata: se vuoi che cresca bene e fiorisca rigogliosa devi averne cura ogni giorno, fornendo i nutrienti corretti affinché si sviluppi forte e intervenendo tempestivamente per gestire al meglio i rami malati.

Chi è Aldo Benato

Aldo Benato è un avvocato specializzato nella gestione e tutela dei dati personali e aziendali e in materia di criminalità informatica.

Avvocato presso il Foro di Treviso e Data Protection Officer certificato ai sensi della norma UNI 11697, si occupa da anni di diritto e informatica e ha maturato una consolidata esperienza in materia di privacy & data protection, criminalità informatica e diritto della Rete. Parallelamente, matura una forte esperienza nel settore della formazione per scuole, aziende, professionisti e Forze dell’Ordine

Recentemente ha scritto il libro “Dizionario del Web – La guida per capire” (www.dizionariodelweb.it), uno strumento pensato per aiutare a sfruttare il web e la tecnologia con maggiore consapevolezza.

www.benato.it

Per approfondire un tema o contattare l’Avvocato Aldo Benato puoi scrivere un’ e-mail a: aldo@benato.it

Articoli simili:

La continuità didattica - Spazio Zen
Molti non ne sono consapevoli, anche nel mondo della scuola.Ma è questione delicata, se non fondamentale in termini di qualità e di efficacia dell’apprendimento. Una questione che merita di essere ripresa ed analizzata.Parlo della continuità didattic...
Catfish: l'amore online tra fake e amanti da tastiera
In molti avrete già sentito utilizzare l’espressione catfish, letteralmente “pesce-gatto”, spesso associata a parole come fake e inganno. Il termine ha iniziato a diffondersi nel 2010 con l’uscita del docufilm Catfish, storia del rapporto d’amore onl...
Zitti e buoni - Spazio Zen
A parte i media specialistici, è passato invece, se non erro, sotto silenzio in quelli generalisti il riferimento alla scuola contenuto nella canzone dei vincitori di Sanremo di quest'anno. Parlo dei Maneskin, e in particolare del testo che ha per ti...
Giochi online: Cosa rischiano i nostri ragazzi
Molti ragazzi adorano i videogiochi online: li usano per giocare, per incontrarsi con gli amici, per sfidarsi, per chattare, per scambiare materiale, per creare gruppi e, a volte, per tentare fortuna come gamer (giocatore professionista) oppure come ...
Mario Draghi e il nuovo governo - Spazio Zen
Nel suo intervento alle Camere per la fiducia, Mario Draghi ha richiamato la nostra responsabilità verso le giovani generazioni. Che mondo cioè lasceremo a loro, sul piano formativo, delle opportunità di lavoro, a livello ambientale, degli equilibri ...
Whatsapp, Telegram e Signal: quanto sono "sicuri"?
Oggi parliamo di sicurezza in relazione a WhatsApp, Telegram e Signal, le App di messaggistica più diffuse in Italia. Nei giorni scorsi, soprattutto a causa della modifica delle condizioni di trattamento dei dati in WhatsApp, si è molto discusso dell...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
[email protected]

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

No Comments

Post A Comment