74^ Stagione dei Classici al Teatro Olimpico

sta per iniziare la 74ma edizione del ciclo di spettacoli classici al teatro olimpico di vicenza

Ormai ci siamo, è tutto pronto per l’inizio della nuova Stagione dei Classici al Teatro Olimpico di Vicenza, giunti alla 74.ma edizione con un calendario molto vario che va dal 23 settembre al 23 ottobre. “Nemesi” è il titolo che Giancarlo Marinelli, il Direttore Artistico della rassegna, ha coniato per l’occasione, con un sottotitolo emblematico, “Ogni viso avrà diritto alle carezze”, un verso mutuato da Paul Eluard e di grande significato ai giorni nostri, che segnano una ripresa speriamo definitiva dopo quasi due anni di disagi e dolori.

Fabio Sartor ph Roberto De Biasio

La rassegna dei Classici vicentina, a sua volta davvero un…classico, è stata presentata ancora qualche mese fa nella strepitosa cornice dello stesso Teatro Olimpico, capolavoro di architettura progettato da Andrea Palladio, presenti le autorità e anche alcuni interpreti degli spettacoli in programma, tra tutti citiamo Ivana Monti, Fabio Sartor, Drusilla Foer, che per l’occasione hanno presentato un vero spettacolo atto a presentare le produzioni intervallandole con degli assaggi di esse. Numerosi anche quest’anno gli appuntamenti previsti, che sanno di garanzia anticipata, e danno al prestigioso festival autunnale berico una dimensione già ben nota e confermata peraltro a chi segue la cultura ovunque, e che mette Vicenza in una posizione invidiata e prioritaria, grazie anche alla sede e alla sua storia. Sette produzioni con cinque in prima assoluta, fatte di alcuni titoli mancanti da diverso tempo che ritornano sulle tavole dell’Olimpico.

Rivisitazioni del mito, e l’”Histoire du soldat” di Stravinskij, altri approfondimenti e appuntamenti che già di loro, su quelle tavole, prendono un ruolo da grandi eventi indiscutibili. Un gran lavoro anche stavolta di Giancarlo Marinelli e dello staff dell’Olimpico, con qualche curiosità che capiremo meglio andando a vedere gli spettacoli prossimamente. La rassegna è promossa dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza e l’Accademia Olimpica, e realizzata con il sostegno della Regione del Veneto e Gruppo AGSM- AIM SpA e si avvale delle collaborazioni di Arteven Circuito Regionale Multidisciplinare, La Milanesiana, Teatro Nazionale della Toscana “Porta d’Europa”. Si partirà il 23 settembre (fino al 26) con la già citata “Histoire du soldat”, regia di Giancarlo Marinelli, con voce narrante Drusilla Foer, e con Andrè De La Roche, Giulia Barbone, Antonio Balsamo e la multivisione di Francesco Lopergolo, con l’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Beatrice Venezi. Subito dopo per la sezione Off, alla Terrazza del Teatro Comunale, nelle date 28 settembre-3 ottobre, “Eracle l’invisibile” da Euripide, drammaturgia di Fabrizio Sinisi ,con Christian Di Domenico, progetto e regia Gianpiero Alighiero Borgia, quindi “Antigone” di Sofocle, 1, 2 e 3 ottobre con Ivana Monti a interpretare Creonte, Paola Zuliani e gli attori di Tema Cultura Academy, regia e drammaturgia di Giovanna Cordova. Oltre agli spettacoli classici la programmazione presenta anche 3 concerti nel Giardino, 4 incontri sui Classici, 3 appuntamenti del Filò Olimpico, un evento speciale e un incontro conversazione, tutto in garanzia contingentata rispetto ai Dm nazionali.

Beatrice Venezi ph Lorenzo Montanelli
Drusilla Foer ph Roberto De Biasio

Dopo “Antigone” si prosegue l’8, 9 e 10 ottobre con la “Fedra” da Seneca e Racine, drammaturgia di Francesco Niccolini, interpreti Marianella Bargilli, Paila PaveseFabio Sartor, e Martino Duane, Ivan Castiglione e la regia di Patrick Rossi Gastaldi. Quindi “Sirene” per la sezione Off, nella Sala Grande del Teatro Comunale, con Patrizia Laquidara, Stefania Carlesso e Anna Zago, dal 13 al 17 ottobre, drammaturgia della Zago, a seguire “Ester” di Jean Racine con la traduzione di Giacomo Zanella, dove ritornano i giovani attori di Tema Cultura Academy con la coreografia di Silvia Bennett e ancora la regia di Giovanna Cordova (16 e 17 ottobre. Per l’ultimo appuntamento classico sarà Lucilla Giagnoni insieme a Alessio Bertallot dj setting la protagonista di “Disco Inferno – Viaggio all’Inferno di un’attrice e un dj (22 e 23 ottobre). Questi i titoli principali ai quali si affiancheranno gli appuntamenti /eventi collaterali, come il “Filò Olimpico” dal 24 al 26 settembre, con Antonio Stefani, al Giardino del teatro, e “Il Canto delle Muse” l’ 1, 8 e 16 ottobre, (sempre in Giardino), voce e percussioni a cornice Hersi Matmuja, arciliuto, voce e percussioni Ilaria Fantin.

Inoltre, la presentazione del libro “Giorgio Strehler. Il ragazzo di Trieste. Vita, morte e miracoli”, con Cristina Battocletti e l’intervento di Ivana Monti, l’incontro con la psicologa Vera Slepoj sull’aspetto psicologico di Fedra, con Giuseppe Miale di Mauro e Francesco Niccolini, l’incontro con Alberto Camerotto, docente di lingua e letteratura greca all’Università Ca’ Foscari di Venezia, la presentazione del libro “Dante Clandestino” di e con Marco Cavalli e per finire, sabato 23 ottobre alle 17, a Palazzo Chiericati l’Incontro-conversazione sul Teatro Olimpico, organizzato dall’Accademia Olimpica, a cura di Maria Elisa Avagnina. Un calendario decisamente molto nutrito, come si vede, dove Giancarlo Marinelli mette in fila le sue solide carte consuete, nel segno ancora una volta di una ricerca e di una ricerca anche per una specie di normalità, sempre se questa parola ha ormai un senso. Altre informazioni su www.tcvi.it, e che gli spettacoli abbiano ancora una volta inizio, portando Vicenza sempre più nel mito del Classico.

Articoli simili:

Quando leggere... ti mette le ali! - settembre 2021
Recensioni a cura di Veronica Manfrotto,Libreria Palazzo Roberti - Bassano del Grappa -“Leggere ci dà un posto dove andarequando dobbiamo restare dove siamo”.(Mason Cooley)Questo mese è il turno degli spunti di Veronica Manfrotto, c...
Quando leggere... ti mette le ali! - agosto 2021
Recensioni a cura di Lavinia Manfrotto, Libreria Palazzo Roberti - Bassano del Grappa - “Leggere ci dà un posto dove andare quando dobbiamo restare dove siamo”. (Mason Cooley) Questo mese è il turno degli spunti di Lavinia Manfrotto, c...
Operaestate | Festival Veneto 2021
Torna la manifestazione con numerosi appuntamenti in scena dal 17 luglio al 10 ottobre a Bassano del Grappa e nelle 27 città PalcoscenicoTorna Operaestate Festival Veneto, una delle più interessanti e complete manifestazioni sempre molto ricca di spe...
Quando leggere... ti mette le ali! - luglio 2021
Questo mese è il turno degli spunti di Anna Bertoncello che si presenta così: “E’ un grande piacere per me accogliervi sorridente quando entrate in libreria, e potervi aiutare nel trovare quello che cercate. Lavorare con i libri è il mestiere che svo...
Marostica e i fermenti culturali della biblioteca
Due mostre che in qualche modo si intersecano, e che fanno della Biblioteca Civica “Pietro Ragazzoni” di Marostica una realtà che sta ben reagendo al (quasi) post-pandemia, che diversi danni ci ha comunque lasciato (a parte, la vera tragedia è di chi...
Intervista a Barbara Alberti
Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice, Barbara Alberti è un personaggio a tutto tondo che non le manda certo a dire. Se si entra in sintonia con lei si scopre una persona, una donna piena di ingegno e sapere, forte e affettuosa, con tanti sani prin...
Condividi l'articolo:
Francesco Bettin
[email protected]

Olimpia in scena – lo spettacolo è di tutti. Olimpia in scena si occupa di teatro, cinema, poesia, libri, eventi vicini e lontani, personaggi e interviste, a cura i Francesco Bettin.

No Comments

Post A Comment