Associazione ARES Aps

Sembra sempre impossibile fino a quando non viene fatto.

Nelson Mandela

Cosa è il centro Ares?

L’Associazione Ares è un Centro per il trattamento psicologico e rieducativo di uomini autori di violenza domestica attivo a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, formato da diverse figure professionali (psicologi, psicoterapeuti, criminologi, psicoanalisti, ricercatori, operatori) aventi una formazione specifica sulle dinamiche relative alla violenza domestica e di genere. Da Gennaio 2014 l’Associazione Ares ha attivato in forma sperimentale uno sportello specificamente dedicato alla presa in carico di uomini che agiscono violenza in famiglia, portando a termine oltre 250 percorsi di trattamento individuale e/o di gruppo. L’Associazione Ares APS è stata fondata da Brian Vanzo, Umberto Battaglia e Mattia Bordignon, il 17 gennaio 2014. Questi primi tre professionisti erano spinti dalla volontà di individuare e costruire strategie efficaci di contrasto e prevenzione del fenomeno della violenza domestica, purtroppo così radicato all’interno del nostro territorio e del tessuto sociale tutto. Ad oggi ARES si è notevolmente ampliata, contando 7 operatori professionisti, oltre a numerosi soci volontari che collaborano per contrastare la diffusione del fenomeno di violenza domestica. 

Quante sono le persone che seguite normalmente in un anno?

Premettendo che la partecipazione ad un percorso può essere consigliata all’uomo da parte dei servizi afferenti alla Rete Antiviolenza Territoriale (Forze dell’ordine, Pronto Soccorso, Servizi Sociali Comunali, Servizio di Tutela minori, Consultorio Familiare, Servizio per le Dipendenze, Centro Antiviolenza) o da parte di altri Enti (UEPE di Vicenza ad es.), e che il suo avvio è sempre preceduto da una volontà liberamente espressa dall’uomo, l’Associazione accoglie circa 50 persone all’anno. Il trattamento si svolge in un periodo di tempo di 12 mesi (può essere prolungabile a seconda delle necessità della persona), con incontri a cadenza settimanale della durata di 50 minuti l’uno. E’ inoltre possibile avviare dei percorsi di gruppo, a cadenza quindicinale, di tipo psicoeducativo. Per ciascuna persona inserita nel programma viene elaborato un progetto personalizzato il quale, in seguito ad una fase valutativa, individua gli obiettivi generali e specifici, oltre alle strategie atte a perseguirli. 

Chi sono in generale le persone che seguite?

 L’Associazione effettua percorsi di trattamento con uomini autori di violenza domestica, appartenenti a diverse fasce d’età, nazionalità e grado di istruzione. Nell’anno 2020 gli utenti erano prevalentemente di nazionalità italiana, con un’età compresa tra i 31 e i 50 anni, in possesso di un diploma di scuola secondaria di primo grado e lavorativamente occupati. 

Quali sono gli ambiti di intervento di Ares? 

Tre sono le aree di intervento promosse dall’Associazione: ricerca, prevenzione e trattamento. Per quanto riguarda l’area del trattamento è attivo, da Gennaio 2014, lo Sportello di ascolto, il servizio di presa in carico per uomini che agiscono violenza fisica, psicologica, sessuale o stalking. I programmi di trattamento rieducativo seguono una metodologia consolidata e sono condotti da psicologi e operatori specializzati. Con l’entrata in vigore della legge n.69/2019 “Codice Rosso”, la quale prevede che la sospensione condizionale della pena, per coloro che hanno commesso reati legati alla violenza domestica e di genere, sia subordinata alla partecipazione a specifici percorsi di recupero, l’Associazione ha ampliato lo spazio a disposizione per l’ascolto e l’accompagnamento di questi uomini. E’ inoltre operativo, all’interno di quest’ambito, il Progetto sperimentale presso la Casa Circondariale di Vicenza, che prevede la presa in carico individuale e/o di gruppo di detenuti che hanno commesso reati connessi all’uso della violenza. L’obiettivo è quello di orientare la persona verso lo sviluppo di strategie alternative di comportamento. 

Per quanto riguarda invece l’area della prevenzione un impegno considerevole è affidato ad una equipe di professionisti che elaborano progetti ed aggiornano costantemente le proprie competenze, favorendo così la diffusione di una cultura incentrata sul rispetto dell’alterità e della convivenza civile nella relazione di coppia. L’ambito della ricerca scientifica si occupa di identificare e studiare fattori di rischio associati ai comportamenti violenti dell’uomo all’interno del nucleo familiare. In questo modo l’indagine scientifica guida il lavoro degli operatori anche per quanto riguarda gli ambiti di prevenzione e trattamento. Questo settore inoltre, monitora e valuta l’efficacia degli interventi effettuati all’interno del Centro.

Come lavorate nel territorio?

L’Associazione Ares APS credendo nelle potenzialità del lavoro in rete, ha fin da subito sviluppato una logica di intervento strutturato secondo modalità di collaborazione con diversi stakeholders e diverse Istituzioni territoriali: la prefettura e le Forze di Polizia, le ASL e i Consultori Familiari; i Servizi Sociali delle Amministrazioni Comunali; gli Ordini Professionali (Assistenti Sociali, Infermieri, Avvocati); la Commissione Pari Opportunità della Regione Veneto; la Casa Circondariale di Vicenza e l’UEPE; i Centri Antiviolenza e le Associazioni Femminili; le Istituzioni Scolastiche. In particolare, dal 2017 il Centro è inserito nel protocollo della rete antiviolenza territoriale. Questo vede la collaborazione di diversi enti per l’interazione e la cooperazione dei servizi presenti nel territorio, inerenti all’ambito della violenza domestica. L’Associazione inoltre, promuove attività di informazione, attraverso iniziative culturali di prevenzione, pubblicizzazione e sensibilizzazione sul fenomeno della violenza contro le donne; di formazione, rivolta invece agli operatori della rete per il contrasto alla violenza di genere.

Ci sono altri Centri Ares in Veneto?

Per quanto riguarda il Veneto attualmente l’unica sede dell’Associazione è a Bassano del Grappa. A livello nazionale invece ci potete trovare anche sul territorio romano con Ares Roma. Per rimanere aggiornati rispetto alle prossime attività e ai nuovi progetti è possibile seguirci sulle nostre pagine Facebook e Instagram (Associazione Ares APS, associazioneares_aps) oppure visitare il nostro sito www.centroares.com

Intervista a:

Dott.ssa Francesca Casalino –Psicologa Associazione Ares APS

Dott.ssa Valeria Girardi – Operatrice Associazione Ares APS

Articoli simili:

Editoriale novembre 2021
Non è facile parlare di un tema così importante come quello della violenza sulle donne senza cadere nella retorica o nella banalità. Noi di OCCHI negli ultimi anni abbiamo sempre dedicato uno spazio speciale al 25 novembre, giornata mondiale contro l...
PHISHING: a pesca delle nostre password
Tutti noi abbiamo sentito parlare di "phishing". A volte in un avviso della banca, altre volte in corsi di formazione, altre volte in email di avviso provenienti da servizi web a cui ci siamo registrati. E abbiamo imparato che si tratta di una truffa...
A&A – Saul Costa e Fabio Zonta
Abbiamo scoperto il valore salvifico dell’arte in tutte le sue declinazioni solo nel momento in cui questa ci è stata tolta. Dopo le chiusure imposte dalla pandemia in tanti è emerso il desiderio prepotente di riempiersi gli occhi e la mente del bell...
Spazio donna e la rete di associazioni antiviolenza
La violenza contro le donne non conosce età, classe sociale, formazione scolastica: è trasversale e soprattutto è un problema reale e sempre attuale. Le statistiche nazionali parlano chiaro: nel 2020 a seguito della pandemia e del lock down vi è stat...
L'Italia da Scoprire – Indimenticabili momenti di benessere
Qualche giorno per staccare la spina dalla routine quotidiana è sempre più una prerogativa della stagione autunnale. Lasciarsi coccolare e immergersi nella bellezza della natura, il modo migliore per rigenerarsi e fare il pieno di energie. Il turismo...
Spazio Zen - Novembre 2021
L’episodio di Giulia, la ventenne universitaria dell’Università di Bologna, che ha interrotto la lezione di filosofia, come forma di lotta contro il green pass, mi ha fatto venire in mente i miei esordi universitari a Padova. Proprio alla facoltà di ...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
[email protected]

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

No Comments

Post A Comment