Editoriale aprile 2022 – Tutta la vita in una valigia

Da un mese assistiamo increduli alle immagini di devastazione che arrivano dall’Ucraina. Ma come è possibile che nel 2022 in Europa possa scoppiare la guerra?

Come è possibile che la popolazione sia costretta a scegliere fra abbandonare tutto o rimanere a difendersi rischiando di morire? Come è possibile raccogliere le proprie cose, i propri ricordi in una valigia? 

E’ da un po’ che ci penso e che cerco di dare una riposta alla solita domanda che mi gira in testa da alcune settimane: cosa metterei dentro la mia valigia? 

Mi guardo attorno a casa o in ufficio e trovo tantissimo di me: un oggetto, un documento, una foto stampata risalente all’epoca pre digitale, un libro … mi rendo conto che una parte di me è distribuita in ognuna di queste cose e che la mia storia di persona, di mamma, di lavoratrice è legata a quello che mi sta attorno … certo sono sicura che sarò me stessa anche senza di loro ma non è facile scegliere cosa portare con me. Mi accorgo che il ricordo delle persone speciali dentro al mio cuore è legato ad alcuni oggetti che ho vicino a me. Ed è forse quei pochi oggetti che vorrei tenere, perché tenere loro è tenere vicine quelle persone.

Siamo abituati ad avere tutto a portata di cellulare, foto, ricordi, promemoria che forse potremmo pensare basti quello… Questa è la grande differenza fra generazione: i ragazzi hanno tutta la loro vita sul cellulare, portato quello sono tranquilli, ma per noi pre digitali è diverso e non è questione di smania di possesso o accumulo, è la nostra mente che funziona così, il nostro ricordo ed il sentimento ad esso collegato si fissa anche grazie alle sensazioni tattivi e visive…

Più ci penso e più mi rendo conto di quanto sia difficile fare quella valigia e spero di non farla mai

La guerra spazza via il ricordo, spazza via le persone del passato, del presente, del futuro. 

La guerra non ha senso, questa è l’unica certezza.

Dopo due anni di covid, arriva la guerra e a questo punto mi viene un’altra domanda … ma di cosa ci lamentavamo prima del 2020?

Ma veniamo al numero di OCCHI di aprile, un grazie particolare ai nostri amici Tiberio e Francesco Bisinella per averci accolti nella loro fioreria e aiutato a realizzare il servizio fotografico di copertina omaggio alla forza dirompete della primavera. Grazie anche al negozio Bermax per i bellissimi vestiti indossati dalla nostra modella.

Fare rete fra aziende è la via per crescere e migliorare tutti!

Buona primavera!

Articoli simili:

Sherwood Festival 2022
Sherwood Festival 2022 torna dopo due anni di stop!IL RICHIAMO DELLA FORESTA DI SHERWOOD È SEMPRE PIÙ VIVOUN MESE DI CONDIVISIONE TRA MUSICA, CULTURA E SPORTDAL 15 GIUGNO AL 16 LUGLIO nel Park Nord dello Stadio EuganeoTanti gli ospiti, tra italiani e...
Accesso abusivo a sistemi informatici e aziende
L'accesso abusivo a un sistema informatico è un reato e si verifica quando un soggetto entra o si mantiene all'interno di un sistema informatico protetto da misure di sicurezza contro la volontà di chi ha il diritto di escluderlo.Con l'espressione "s...
70+40+190= 300 storie POP – “Sbittarte: viento a’e piastre?”
Sbittarte: viento a’e piastre?Incontro e serata di pittura collettiva su maiolicaTeatrino Raccolta Costenaro  — Venerdì 10 giugno — ore 18.30Una pratica nata tra amici legati dall’arte che oggi, dopo oltre vent’anni, si riconosce nella forma della “p...
Sconfiggere cellulite e adiposità localizzate?
Dalla scienza scopri la tecnologia più efficace e sicura per modellare il tuo corpo naturalmente La Cellulite è uno degli inestetismi più diffusi e odiati, e colpisce indistintamente donne di tutte le età, a prescindere dal loro peso. L’accumulo ...
L'Italia da Scoprire – Emozioni dai colori pastello
Girovagando lungo la nostra Bella Italia, capita spesso d’imbattersi in piccole cittadine che sembrano delle tavolozze a cielo aperto: gioielli artistici dalle tinte vibranti su cui l’occhio non può fare a meno di soffermarsi. Questi paesaggi attiran...
IA quando un algoritmo sceglie per te
Negli articoli precedenti abbiamo visto come l’IA possa essere di enorme aiuto negli ambiti più svariati e quanto sia già integrata nella nostra quotidianità. Ora sembra necessario riflettere sulle conseguenze che questa “nuova tecnologia” sta portan...
Condividi l'articolo:
Occhi Magazine
[email protected]

Occhi è la rivista storica del territorio di Bassano del Grappa, con oltre 25 anni di distribuzione nel bassanese, vicentino, alta padovana e trevigiano. Occhi è un giornale di contenuti, curato, elegante, mai banale, pieno di approfondimenti e contenuti esclusivi.

No Comments

Post A Comment