BENESSERE

Fondazione banca degli occhi, l'impegno per restituire la gioia di vedere

Redazione Occhi
Redazione Occhi
30 agosto 2022
CONDIVIDI:
Fondazione banca degli occhi, l'impegno per restituire la gioia di vedere
Sottile, trasparente, semplice solo in apparenza, la cornea è quella lente antistante il bulbo oculare che è decisiva per la visione, e che può essere sostituita ogni qual volta un trauma o una patologia la danneggi irreversibilmente, attraverso il trapianto di una cornea sana proveniente da donatore, processata e inviata da una banca degli occhi. 

LA BANCA DEGLI OCCHI. Fondazione Banca degli Occhi, tra le prime Banche in Europa per numero di cornee raccolte e distribuite, è il centro di riferimento regionale per i trapianti di cornea del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e riferimento per la raccolta dei tessuti anche per la Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna. Ente non profit, nata nel 1987 da un’idea del prof. Giovanni Rama – chirurgo oftalmologo – e dell’imprenditore Cavaliere del Lavoro dott. Piergiorgio Coin, è stata fondata da Regione del Veneto ed ha iniziato ad operare nel 1989.

Oggi è presieduta dal dott. Giuseppe Di Falco 

L’ATTIVITÀ
È tra le più importanti strutture organizzate in Italia per la promozione della cultura di donazione delle cornee, per la raccolta, la lavorazione e la distribuzione di tessuti oculari per i trapianti e per la cura di patologie del segmento anteriore dell’occhio. Un campo in cui svolge una funzione strategica di aiuto ai chirurghi oftalmologi, attraverso la preparazione di tessuti sempre più specifici, dello spessore di pochi millesimi di millimetro, per interventi di trapianto divenuti negli ultimi anni sempre più selettivi. 
LA RICERCA
Grazie al suo Centro Ricerche, porta avanti progetti di innovazione dell’ambito del trapianto di cornea e in generale al più vasto campo delle malattie oculari, con particolare attenzione ai meccanismi genetici legati alle malattie rare dell’occhio, sia in campo corneale che retinico. 
L’IMPEGNO SOCIALE
Per aver sviluppato un know-how specifico nelle attività e nei progetti di diffusione della cultura della donazione è stata riconosciuta come una realtà che a livello nazionale ha contribuito alla crescita delle organizzazioni non profit in tema di comunicazione. Ha ricevuto, nel 2005, la Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica. 
“Sono trascorsi due anni dallo scoppio della pandemia, dalla fortissima pressione a cui è stato sottoposto il sistema sanitario e dall’instabilità profonda in cui sono piombate molte famiglie, eppure il dono dei tessuti oculari ha conservato la sua forza. Nell’ultimo anno sono stati 3.500 gli interventi di trapianto effettuati con tessuti provenienti dal Veneto”  afferma Diego Ponzin, il Direttore Sanitario di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto.
LA RETE NAZIONALE E INTERNAZIONALE
Fondazione Banca degli Occhi del Veneto opera all’interno di un sistema complesso, in stretta sinergia con i Centri Regionali Trapianti e i Coordinamenti per i trapianti che operano negli ospedali, e che si apre all’intero sistema nazionale e spesso anche internazionale. Se infatti i tessuti oculari vengono richiesti da 203 centri di trapianto italiani, sono oltre una ventina i centri esteri che hanno stretto accordi di collaborazione con Fondazione Banca degli Occhi del Veneto per l’invio di tessuti per trapianto. Relazioni stabili esistono con paesi europei come il Portogallo, la Germania, l’Inghilterra, la Spagna, l’Austria e la Romania, ma nell’elenco dei centri figurano anche strutture in Sudafrica, Oman e Kenya. 
I DATI
Nel triennio 2019-2021 il Veneto non è mai sceso sotto le 5.000 donazioni di cornea all’anno (nel 2020 si era registrato un calo del 10% rispetto al 2019, ma nel 2021 c’è stato un rimbalzo positivo del 7%). Sul fronte trapianti, Fondazione è sempre rimasta sopra i tremila interventi all’anno, con un 2020 che ha segnato una diminuzione del 4%, e il 2021 che si è chiuso con un +14% (i 3500 interventi di trapianto di cornea rappresentano il 66% dei trapianti eseguiti in tutta Italia). 

OCCHI Magazine sostiene la fondazione banca degli occhi e lo fa… di corsa. 

Alla Venice Marathon Anna Zaccaria la direttrice, Elisa il suo braccio destro e due amici Filippo e Simone correranno la mezza maratona sostenendo la fondazione banca degli occhi. 

Il modo giusto per unire la passione per la corsa di Elisa e Anna, la consapevolezza di chi sa cosa significa ricevere un dono e ha forti motivazioni nel cuore e una rivista che si chiama occhi. 

STAY TUNED

Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alle nostre migliori uscite.

Inserisci un'email valida

Siamo in continua evoluzione con il nostro Occhi Magazine; se hai domande o suggerimenti, non esitare a contattarci!

Seguici su Facebook, Linkedin, Instagram e Twitter.

Condividi:

L'autore

Redazione Occhi

Redazione Occhi